Tasso, Bernardo

1493 - 1569

Bibliografia
FER
Poesie Seleziona tutti
1 A che con tal furore ode
2 A che di pioggia dolorosa il volto sonetto
3 A che più trarre in questo afflitto core ode
4 A che stillar di lagrimoso umore ode
5 Agreste iddio, a cui più tempi alzaro sonetto
6 Ah più che scoglio dura, ah più che fiera sonetto
7 Allor che di amaranti e di viole sonetto
8 Allor che gli occhi, onde solea di fuore sonetto
9 Allor che il dì cinto di rose usciva sonetto
10 Allor che il sol da mezzo il cielo ardea sonetto
11 Allor che la alba appar nello orizonte ottava
12 Allor che Morte i duo begli occhi ascose sonetto
13 Allor che più sperai di pascer questi sonetto
14 Alma, che ogni desir basso e mortale sonetto
15 Alma, che ognor peregrinando intorno sonetto
16 Alma divina, angelico intelletto sonetto
17 Alma gentil, che dal più puro cielo canzone
18 Alma gentil, dal cui bel raggio ardente sonetto
19 Alma luce del cielo ode
20 Almo mio sol, che col bel crine aurato canzone
21 Almo Sol, tu col crine aurato ardente sonetto
22 Alto Signor, che con lo ardente sole canzone
23 Al tramontar del sol chiaro e lucente sonetto
24 Alza, Aretusa, fuor le chiome bionde sonetto
25 Alza, Italia dolente, omai la fronte sonetto
26 Alza, Tebro dolente, un mausoleo sonetto
27 Alzate gli occhi a tanta meraviglia sonetto
28 Alzate il vostro crin verde e frondoso sonetto
29 Amor, che meco per usanza antica sonetto
30 Angioletta del ciel, qua giù mandata sonetto
31 Angioletta nel sen di Dio nudrita sonetto
32 Anima bella, che così spedita sonetto
33 Anima pura di virtute ardente sonetto
34 Antenor mai, poi che i liti vermigli sonetto
35 Apra mai sempre la purpurea Aurora sonetto
36 Apravi Giano con le chiavi di oro sonetto
37 Apriche piagge, ombrosi colli ameni sonetto
38 Arno, ben pòi il tuo natio soggiorno sonetto
39 A te pur torno, di vergogna il volto sonetto
40 A te, Signor, a te, fido conforto ode
41 Aure, che intorno mormorando andate capitolo in terza rima
42 A voi, gran sire, a voi che sete erede sonetto
43 Batto, pastor delle superbe rive sonetto
44 Beate rive, ove con ricchi panni sonetto
45 Bembo, che di ire al ciel mostri il camino sonetto
46 Benché chiudiate al mio desire il petto sonetto
47 Ben dèi piena di gioia e di stupore sonetto
48 Ben devrebbe la fama ardente e viva sonetto
49 Ben devresti più ricco andarne al mare sonetto
50 Bene a gran torto invidiosa e dura sonetto
51 Bene era assai, fanciul crudo e spietato canzone
52 Bene ha ragion se si lamenta e dole sonetto
53 Ben fe' lo sforzo suo lo alto Motore sonetto
54 Ben fora tempo omai, crudo e spietato sonetto
55 Ben fu barbaro Scita ode
56 Ben fur, donna, cortesi le mie stelle sonetto
57 Benignissimo Padre, io ti amo, io ti amo ode
58 Ben mi credea che Amor tranquilla oliva sonetto
59 Ben mi credea della trilustre oscura sonetto
60 Ben mostrò il ciel (ahi, fato empio ed ingiusto sonetto
61 Ben posso omai, con le man' giunte, al cielo sonetto
62 Ben potrà con le stelle a paro a paro sonetto
63 Ben potrà di Iesù la greggia umile sonetto
64 Ben potrà fra le verdi e ricche sponde sonetto
65 Ben potrà un nuovo Fidia, un nuovo Apelle sonetto
66 Ben potrete con le ombre e coi colori sonetto
67 Ben potrò, signor mio, nella urna grave endecasillabi rimati
68 Ben può il tiranno mio fero desire sonetto
69 Ben può la eccelsa, imperiosa fronte sonetto
70 Ben sapevo io che invidiosa e dura sonetto
71 Ben scopre il bel che in ogni parte fuore sonetto
72 Cacciate, o fanciulletti ode
73 Cada dal puro cielo ode
74 Cadea dagli occhi belli oltra misura sonetto
75 Cantate meco, omai, Sesto ed Abido endecasillabi sciolti
76 Capece, procellosa atra tempesta ode
77 Cappello, che con stil canuto e raro sonetto
78 Cappel, vorrei qual pellegrino augello sonetto
79 Caro arbuscel, che col mio pianto aspergo sonetto
80 Casale, onor delle felsinee rive sonetto
81 Casal, se Amore il cor di ghiaccio armato sonetto
82 Casa, se le alte tue virtuti ardenti sonetto
83 Cento vergini illustri ed altrettanti sonetto
84 Cercai indarno i giovanili ardori sonetto
85 Cesano mio, quanto più dolce fora sonetto
86 Che giova, mentre il sol le piagge accende sonetto
87 Che mi giova fuggir veloce e lieve sonetto
88 Che pro mi vien che io ti abbia, o bella diva ode
89 Chiara mia stella, al cui raggio lucente canzone
90 Chiare fontane ove a madonna piacque sonetto
91 Chiaro mio Sol, che i miei notturni orrori sonetto
92 Chi col soave suon la ira e lo orgoglio sonetto
93 Chi di gentil pietate ornato ha il core sonetto
94 Chi loderà col canto ode
95 Chi sanerà la piaga aspra e mortale sonetto
96 Chi sarà mai se voi, donna, non sete endecasillabi rimati
97 Chi solleva tanto alto il mio intelletto sonetto
98 Chi vuol veder quanto più possa la arte sonetto
99 Chi vuol veder quanto può far Natura sonetto
100 Cigno potrete ben bianco e gentile ottava
101 Cloride bella, allo apparir del giorno sonetto
102 Col crine sparso, che ondeggiando intorno sonetto
103 Col fragil legno del desire audace sonetto
104 Come al fiorir del giovinetto aprile sonetto
105 Come assetata cerva ognor desia ode
106 Come assetato e lasso pellegrino sonetto
107 Come fido animal che al suo signore sonetto
108 Come infermo cui ardente ode
109 Come potrò giammai, notte, lodarti canzone
110 Come potrò giammai solcar questa onda canzone
111 Come timida e snella ode
112 Come vago augelletto ode
113 Con quai lode, o Signore ode
114 Contile, qual di onor vano molesta sonetto
115 Contra i colpi solea della spietata sonetto
116 Così breve è il piacere e sì fugace sonetto
117 Così di nostra etate il pigro verno sonetto
118 Così ogni assenzio suo maligna sorte sonetto
119 Credea negli occhi ove il mio ben si serra sonetto
120 Cresca felice a lunga vita e lieta sonetto
121 Cresce, Lelio, ad ognor la ira e lo orgoglio sonetto
122 Crescete, o vaghi fiori ode
123 Dai bei vostri occhi, onde ognor cade e piove sonetto
124 Dal primier dì che io vidi i lumi vostri sonetto
125 Da mille nodi e mille lacci stretto sonetto
126 Da qual coro degli angeli più chiari sonetto
127 Da qual vago splendore il lume avrete sonetto
128 Da quel gravoso pondo ode
129 Debbo io porre in oblio ode
130 Debbo io sempre tacer? deve lo sdegno capitolo in terza rima
131 Deh, fra cotante mie ode
132 Deh, mi potessi alzar coi miei desiri sonetto
133 Deh, non sprezzar di questo sacro monte sonetto
134 Deh, perché allor che vaneggiando Amore sonetto
135 Deh, perché contra la empia, invida morte sonetto
136 Deh, perché così sciolta e sì spedita sonetto
137 Deh, perché di seguirti a me non lice sonetto
138 Deh perché, Morte mia, non date al vero sonetto
139 Deh, perché non posso io, madonna, alzarmi sonetto
140 Deh, perché queste cure egre e moleste sonetto
141 Deh, perché rinovelli ad ora ad ora sonetto
142 Deh, perché tolto a questo cielo avete sonetto
143 Deh, perché tu, cui le sorelle dive sonetto
144 Deh, potessi io, come ti veggio viva sonetto
145 Deh, potessi io dei bei vostri pensieri sonetto
146 Deh, sgombra coi tuoi rai chiari e gelati sonetto
147 Deh, sorgi Apollo, e di queste ombre spoglia sonetto
148 Della tua grazia il raggio, alto Signore ode
149 Delle egre, inferme menti ode
150 Devreste pur saper, bella guerrera sonetto
151 Di angelica bellezza al suo Fattore sonetto
152 Dianzi il verno nevoso ode
153 Di divino splendor cinto ed adorno sonetto
154 Di un gran torrente in sulla erbosa riva sonetto
155 Divo Aretino, il cui nome famoso sonetto
156 Dolce pensier, che con piume amorose sonetto
157 Donna, che con la fronte alma e serena sonetto
158 Donna, che quasi un altro sol terreno sonetto
159 Donna, che ricca di ogni onor mortale sonetto
160 Donna, che sovra il mortal corso avete sonetto
161 Donna gentil, che con sì bel desio sonetto
162 Donna gentil, che gloriosa e sola canzone
163 Donna gentil, qual semplice colomba sonetto
164 Donna gentil, tanto è il favor che piove canzone
165 Donna immortal, che sola ognor contendi sonetto
166 Donna real, delle cui lodi il mondo canzone
167 Donna reale, angelico intelletto sonetto
168 Donna real, la cui beltà infinita sonetto
169 Donna real, la cui virtù infinita sonetto
170 Donne che andate ognor liete e superbe sonetto
171 Dopo molto solcar per le acque irate ode
172 Dopo tante vittorie e tanti onori sonetto
173 Dotto cultor dello eliconio monte sonetto
174 Dove dallo Appennin scendendo giva sonetto
175 Dove il fiero desio, lasso, mi mena sonetto
176 Dove i vaghi arbuscelli ode
177 Dove più accenderai le faci spente sonetto
178 Dove son quelle chiome aurate e bionde sonetto
179 Dunque così per tempo, alma gentile canzone
180 Dunque, Morte crudel, spietata Morte sonetto
181 Dunque può tanto il senso aspro e severo sonetto
182 Dunque se sempre il cor mi arde ed agghiaccia sonetto
183 Dura contesa e perigliosa fanno sonetto
184 È ben ragion che il fortunato giorno canzone
185 Ecco che al nome vostro alto e pregiato sonetto
186 Ecco che Amor ritorna irato e fiero sonetto
187 Ecco che il vago fiore ode
188 Ecco che in oriente ode
189 Ecco che io vi pur lascio, o piagge apriche sonetto
190 Ecco che pur, fiume caldo ed amaro sonetto
191 Ecco di vaghi fior cinta la fronte sonetto
192 Ecco, è pur vero, Amor, che il duro e forte sonetto
193 Ecco la aria serena ove il mio Sole sonetto
194 Ecco, Padre e Signore ode
195 Ecco, reale e glorioso monte sonetto
196 Ecco scesa dal ciel lieta e gioconda sonetto
197 E quella fiamma che soave e chiara sonetto
198 Esce da duo begli occhi ad ora ad ora sonetto
199 Esce dai bei vostri occhi ad ora ad ora sonetto
200 Esce dai bei vostri occhi un lume ardente sonetto
201 Famoso Iddio degli orti, a cui più carte sonetto
202 Febo, se mai pietà gentile e santa sonetto
203 Felice voi, che coi duo lumi ardenti sonetto
204 Fiera memoria dei miei lunghi mali sonetto
205 Fiera, rapace mano, ahi come presta sonetto
206 Finito hai, bella donna, il brieve corso sonetto
207 Fondulo, se di Amor la alta radice sonetto
208 Forse, donna reale, avete a sdegno sonetto
209 Forse ingiusta cagion del vostro sdegno sonetto
210 Fra il cerchio di or di mille gemme adorno sonetto
211 Fra i tanti raggi della virtù vostra sonetto
212 Freme talora il tempestoso Egeo ode
213 Fumino i sacri altari ode
214 Gallo, cui Febo alti concetti inspira sonetto
215 Gallo gentil, della tua patria onore sonetto
216 Gallo, io son fatto fermo e stabil segno sonetto
217 Gallo, se oltra il dover forse vi mena sonetto
218 Gentil coppia e del ciel degna di belle sonetto
219 Gentile almo terren, che il manco lato sonetto
220 Già comincia a turbarsi il bel sereno sonetto
221 Già con le chiavi di or le porte apria sonetto
222 Già desiai con men fera fortuna sonetto
223 Già di verde speranza si riveste sonetto
224 Già il decimo anno ai miei sospir' vien meno sonetto
225 Già il freddo orrido verno ode
226 Già il grido antico delle altrui memorie sonetto
227 Già intorno al marmo che il gran Carlo asconde sonetto
228 Già mi par di sentir quei dolci accenti sonetto
229 Già quattro e dieci volte ai fiumi il freno sonetto
230 Già scorgo fiammeggiar sovra le altiere sonetto
231 Già sette lustri di mia etate il sole sonetto
232 Già si avicina con la vaga fronte sonetto
233 Già spiega le ali, invitto alto signore sonetto
234 Già veggio mille augei bianchi e canori sonetto
235 Già vien la età che virtù veste e onore sonetto
236 Giraldi, ancor che accorto ode
237 Giudice dei miei scritti accorto e saggio sonetto
238 Gli altar' di gigli di oro ode
239 Gli ardenti raggi della vostra gloria sonetto
240 Gran padre, a cui la augusta e sacra chioma canzone
241 Grazia, io ritorno a quel signor cortese capitolo in terza rima
242 Grazia, se i cieli a vostra gloria intenti sonetto
243 Il cavo e saldo pino ode
244 Illustre alma città, che nei vetusti ode
245 Illustre donna, il cui valore inchina canzone
246 Il povero villan che ha sparso il seme ode
247 Il sol del vostro onor, donna, è sì ardente sonetto
248 Il Tevre piange il già perduto onore sonetto
249 Il tuo aiuto, o Signore ode
250 In leggiadra di donne e bella schiera sonetto
251 In ogni parte ove questi occhi giro sonetto
252 In qual giro ti spazi, anima bella sonetto
253 In queste rupi incolte, in questi sassi sonetto
254 In questo grande abisso ode
255 In questo, o dea terrena, almo e fecondo sonetto
256 Invida Parca, hai pur reciso e morto sonetto
257 Invittissimo Errico, or che alla ardente sonetto
258 Invittissimo re, se vento irato sonetto
259 Invittissimo re, splendor dei regi sonetto
260 Io credeva di gelo armato il core sonetto
261 Io, di questo famoso e sacro colle sonetto
262 Io pur mi inalzo con dedalee piume sonetto
263 Io pur vorrei por freno a quei sospiri sonetto
264 Io son sì avezzo a riprovar quelle ire sonetto
265 Io so, sommo Motore ode
266 Io vi pur lascio, o mio dolce sostegno sonetto
267 Io vo cercando di asciugar questi occhi sonetto
268 Io vo cercando di dar triegua o pace OK sonetto
269 Io volgo gli occhi del pensiero al cielo sonetto
270 Io vorrei chiuder gli occhi in questa, ove io sonetto
271 La bella idea che di sua mano Amore sonetto
272 La bella Irene è morta, è morta Irene sonetto
273 Là dove i bianchi piè lava il Tirreno endecasillabi rimati
274 La face la cui fiamma ardente e viva sonetto
275 Langue, Padre del ciel, langue il sostegno sonetto
276 La nobil Quercia che col crine adombra sonetto
277 Largo campo di gloria il vostro onore sonetto
278 Largo campo di gloria, ove potrete sonetto
279 Lascia il colle sacrato ode
280 Lascia le rive che coi suoi cristalli endecasillabi rimati
281 Lasso, che ovunque i lumi ode
282 Lasso, qual vento di diletto umano sonetto
283 Lasso, se desiando corro a morte canzone
284 La tua salita in cielo, alma felice sonetto
285 Laureo, da me più amato ode
286 Lauro, cui ogni lauro ode
287 Le chiome di or, che tante volte han date sonetto
288 Lelio, qui dove il sole ode
289 Le orme seguendo del tuo sacro ingegno sonetto
290 Le perle, lo oro sì forbito e terso sonetto
291 Le piramidi, gli archi, i mausolei [a] sonetto
292 Le piramidi, gli archi, i mausolei [b] sonetto
293 Lieto colle e felice, ove Natura sonetto
294 Lieto terren, nelle cui vaghe sponde sonetto
295 Lo alto valor, che come un sole ardente sonetto
296 Lo ardente sol del vostro alto valore sonetto
297 Loda mortale a voi non si conviene sonetto
298 Lucente sol, che coi bei raggi ardenti sonetto
299 Lungo le altiere ed onorate sponde sonetto
300 Lungo le rive di un corrente fiume sonetto
301 Magnanimo signor, lo altiero grido ode
302 Manda, Padre del ciel pietoso, in terra sonetto
303 Mario gentil, la cui famosa fronte sonetto
304 Meglio saria che omai drizzasse il core sonetto
305 Menare in parte il mio desir vorrei sonetto
306 Mentre a diporto a vostra voglia andate sonetto
307 Mentre Austro ed Aquilone ode
308 Mentre che il nobil vostro alto intelletto sonetto
309 Mentre che io qui della maligna e dura sonetto
310 Mentre che le sacrate, alte facelle sonetto
311 Mentre che lo aureo crin vi ondeggia intorno sonetto
312 Mentre, chiara Vittoria, invide fate sonetto
313 Mentre coi caldi raggi ode
314 Mentre col Sessa, illustre alto signore sonetto
315 Mentre dal suo più bel sublime colle sonetto
316 Mentre del bel desio le ali spiegate sonetto
317 Mentre del mio tesor guardato e caro sonetto
318 Mentre di cento fiumi altieri e chiari sonetto
319 Mentre, donna real, che frondi avranno sonetto
320 Mentre fra le alme più gradite a Dio sonetto
321 Mentre Germania e il grande Augusto armato sonetto
322 Mentre il giogo aspro e duro ode
323 Mentre io, colma di gravi empi dolori endecasillabi rimati
324 Mentre io polisco e tergo ode
325 Mentre lassù fra le anime beate sonetto
326 Mentre lieti traean Cromi ed Aminta sonetto
327 Mentre mirava il ciel grato e cortese sonetto
328 Mentre nel Campidoglio il gran Romano ode
329 Mentre nelle finestre onde risplende sonetto
330 Mentre nel lume dei vostri occhi ardente sonetto
331 Mentre nel più bel cielo or ti diporti sonetto
332 Mentre questa ombra di beltà, che fuori sonetto
333 Mentre questa onda irata e tempestosa sonetto
334 Mentre risplende il sol, mentre la oscura sonetto
335 Mentre rugiada dal gelato raggio sonetto
336 Mentre, Rugier, dove il mar di Adria freme capitolo in terza rima
337 Mentre, sì come molte volte sòle sonetto
338 Mentre si corca il sol nello occidente sonetto
339 Mentre spargean di croco e gigli e rose sonetto
340 Mentre tace la notte oscura, algente ode
341 Mentre tra le ombre, al mormorar della òra sonetto
342 Mia ventura, al partir presta e fugace sonetto
343 Mille lumi di onor lucidi e chiari sonetto
344 Molino, al suon dei cui canori accenti sonetto
345 Morloppin mio, tu per giovare a questa sonetto
346 Morto è il soave, fido, alto sostegno sonetto
347 Né dove meno il Sol caldo et ardente sonetto
348 Negro velo il bel crin sparso e negletto sonetto
349 Nel vago april della tua verde etate sonetto
350 Nemboso, irato vento, atro ed oscuro sonetto
351 Né perché fiumi tepidi e correnti sonetto
352 Ninfe, che al suon della sampogna mia sonetto
353 Ninfe, che in questi chiari alti cristalli sonetto
354 Non di lieto soggiorno né di amata sonetto
355 Non è fra queste selve arbor né fronda sonetto
356 Non era assai, invitto vincitore sonetto
357 Non è sì vago di or né di ricchezze sonetto
358 Non ha cotanti fiori un campo aprico sonetto
359 Non la virtù delle sorelle dive sonetto
360 Non per lo corso di questi anni avari sonetto
361 Non può di reo destino oltraggio o torto sonetto
362 Non può la mia virtù debile e frale sonetto
363 Non sempre il cielo irato ode
364 Non sol sulla fiorita e verde sponda sonetto
365 Non sparge tanti fior' Zefiro e Clori sonetto
366 Non spiegò treccia di or più vaga al sole sonetto
367 O beati coloro ode
368 O bella, o casta, o di ogni raro onore sonetto
369 O bella, o saggia, o casta, o di ogni onore sonetto
370 O casti fanciulletti ode
371 Occhi dolenti, che di stille amare sonetto
372 Occhio del ciel, la cui luce gradita sonetto
373 O dea, senza la quale ode
374 O del feminil sesso altero onore sonetto
375 O delle rive di Arno altiero onore sonetto
376 O del mio core un tempo egro, conforto sonetto
377 O di beltà divina imagin vera sonetto
378 O di candido onore illustre essempio sonetto
379 Odi dal cielo un grido alto e canoro canzone
380 Odi da questo mare ode
381 O di doppio valore adorno, a paro sonetto
382 O di doppio valor spirito chiaro sonetto
383 O di eterna beltà bel paragone sonetto
384 O di eterna virtù facella ardente sonetto
385 O di famosi regi inclita ed alta sonetto
386 O di frutti e di fior' ricco ed adorno sonetto
387 O di intiera onestà tempio onorato sonetto
388 O di invitta onestate altiero albergo sonetto
389 O di nome, di ingegno e di natura sonetto
390 O di ogni onor celeste altiera e degna sonetto
391 O di patria e di nome a lui, che il morso sonetto
392 Odi quel rio che mormorando piagne endecasillabi rimati
393 O donna, che sì lieta e sì secura sonetto
394 O donna, del mio cor sola radice sonetto
395 O dopo la tempesta atra ed oscura sonetto
396 O fido Acate del pietoso Errico sonetto
397 O figlia del piacer vaga e gentile sonetto
398 O foco inestinguibile e vivace sonetto
399 O gentil ramo della Quercia antica sonetto
400 O giovanette accorte ode
401 O gran signor di Delo ode
402 Ohimè, quegli occhi belli, onde piovea sonetto
403 Ombre fresche, erbe verdi, acque lucenti sonetto
404 Ombre fresche e secrete ode
405 O mio verace Sol, che col tuo di oro sonetto
406 O miracol del mondo unico e raro sonetto
407 O miracolo raro di Natura sonetto
408 O nella aspra tempesta ode
409 O pastori felici ode
410 O perla oriental bianca e rotonda sonetto
411 O più che bel giardin di fiori e di erba sonetto
412 O più lieve che vento, o più che fiera sonetto
413 O più presta a predare e più leggera sonetto
414 Opra a tua voglia pur saette e strali sonetto
415 O presto al dipartir, tardo al ritorno sonetto
416 O puro, o dolce, o fiumicel di argento sonetto
417 Ora che gli animali il sonno affrena sonetto
418 Or che bramoso il secol nostro avete sonetto
419 Or che con fosco velo canzone
420 Or che dei suoi bei campi ogni sentero sonetto
421 Or che la calda State ode
422 Or che la fresca e tenerella erbetta endecasillabi rimati
423 Or che lo umido grembo agli spiranti endecasillabi rimati
424 Or che vostra virtù, donna reale sonetto
425 Or con sicure e vaghe penne alzata sonetto
426 Or di vostra virtute oggetto degno sonetto
427 Orna al gran re dei Franchi in ogni riva sonetto
428 Or riede il secol di oro, ora la etate sonetto
429 Or veggio ben che dello eterno amore sonetto
430 Or vi si può ben dir, donna, beata sonetto
431 Oscuri, ombrosi e solitari orrori sonetto
432 O secondo del ciel candido lume sonetto
433 O sommo onor del lusitano impero sonetto
434 O sovra ogni altra altera e di onor degna sonetto
435 O specchio di virtù chiaro e lucente sonetto
436 O specchio fin non di cristallo frale sonetto
437 O Speron, del mio ingegno unico duce sonetto
438 O splendor vivo degli antichi pregi sonetto
439 O tempio di onestà ricco e sacrato sonetto
440 O testimonio degli antichi onori sonetto
441 O vaso di cristallo di oriente sonetto
442 Pace, ancor io, da che il latte e la cuna sonetto
443 Pace, molti anni lungo le alte rive sonetto
444 Pallida gelosia, che a poco a poco sonetto
445 Pastori, ecco la Aurora ode
446 Pastor', poi si avicina il chiaro raggio sonetto
447 Pellegrina gentil, che questa e quella sonetto
448 Perché al vostro valor sempre nemica canzone
449 Perché con tanto orgoglio ode
450 Perché cotante spade ode
451 Perché, Ferrante, omai ode
452 Perché il cor di pensier' freddi e gelati sonetto
453 Perché la neve e il puro avorio e netto sonetto
454 Perché mostrar tanto valore al mondo sonetto
455 Perché nel Tauro cento volte e cento sonetto
456 Perché, sommo Motore ode
457 Perché spiri con voglie empie ed acerbe sonetto
458 Per quel camino onde solevi in vita sonetto
459 Per quel sentiero ove solevi in vita sonetto
460 Piana e secura via, da piede umano sonetto
461 Piangon le Muse e voi Vittoria sete sonetto
462 Pietà, Signor, pietate ode
463 Poi che alla patria, a cui, Francesco, avete sonetto
464 Poi che col lume di benigna stella sonetto
465 Poi che con dotto stil candido e puro sonetto
466 Poi che con le ali del gentil desio sonetto
467 Poi che di vaghi fiori ode
468 Poi che gli amari e rapidi torrenti sonetto
469 Poi che la donna mia tanto tranquilla sonetto
470 Poi che la parte men perfetta e bella sonetto
471 Poi che le vostre gloriose insegne sonetto
472 Poi che lo occhio non può come il pensiero sonetto
473 Poi che nel tempio della Fama avete sonetto
474 Poi che nocchier dal sommo Padre eterno sonetto
475 Poi che ogni lume di giudizio avete sonetto
476 Poi che quale io mi vidi, allor che il fiore sonetto
477 Poi che quel nodo, che due lustri integri sonetto
478 Pon' freno, musa, a quel sì lungo pianto ode
479 Pon' freno omai, Rutilio, al lungo pianto capitolo in terza rima
480 Pon' giù, leggiadra donna, i panni allegri sonetto
481 Portata avea Triton tranquilla oliva sonetto
482 Porti, inclito signor, lieta e ridente sonetto
483 Portò il troiano Enea, per torlo al rio sonetto
484 Poscia che lieto, onde scendesti ornato sonetto
485 Poscia che sol col nome vostro avete sonetto
486 Posto ha termine il tempo alle altrui glorie sonetto
487 Povero, infermo e da maligna e dura sonetto
488 Prendi, sacra Calliope, i panni allegri capitolo in terza rima
489 Prima la state avrà pruine e ghiaccio ode
490 Principe sacro, il cui gran nome suona canzone
491 Principi illustri, che alla gloria avete sonetto
492 Priulli, che col sacro alto intelletto sonetto
493 Priulli, invano la empia morte acerba sonetto
494 Quai pallide viole ed amorose sonetto
495 Qual aura tanto amica ode
496 Qual corona, signor, superba Roma sonetto
497 Qual fero fato a lagrimar mi apella sonetto
498 Qual forza o qual destin, lasso, mi mena sonetto
499 Qual novello piacer, quai fere voglie capitolo in terza rima
500 Qual novo modo ritrovar posso io capitolo in terza rima
501 Qualora in ciel di riverderti spero sonetto
502 Qualor nel cupo gorgo ode
503 Qual sì candido augel, sì chiara tromba canzone
504 Qual suole avaro peregrin che unita sonetto
505 Qual vergine gentil che il genitore ode
506 Quando ai corsier' del Sol pongono il freno ode
507 Quando da questa oscura ombra di vita sonetto
508 Quando fia il dì che nel dolce terreno sonetto
509 Quando i falsi piacer' posti in oblio sonetto
510 Quando io mi volgo indietro a mirar le ore sonetto
511 Quando la Aurora rugiadosi i fiori sestina
512 Quando lo invido fato alzò la mano sonetto
513 Quando scese dal ciel vago e gentile sonetto
514 Quando sorte talor donna mi mostra sonetto
515 Quando talor con la memoria torno sonetto
516 Quando talor novo pensiero sgombra sonetto
517 Quanta a mille altre stelle alme e lucenti sonetto
518 Quanta invidia ti porto, o bel terreno sonetto
519 Quanta ragion di pianger sempre avete sonetto
520 Quanto infuse in molti anni insieme accolto sonetto
521 Quanto più cerco (o desir folle e vano sonetto
522 Quanto più manca la fallace spene sonetto
523 Quanto possa con Dio questa angioletta sonetto
524 Quanto si allegra la alma alta e gradita sonetto
525 Quanto vi debbe ognuno e quanto questa sonetto
526 Quegli occhi chiari che fur proprio un sole sonetto
527 Quel bel seren della divina luce sonetto
528 Quel che sudò già sotto le arme ed alse sonetto
529 Quello arbuscel, che di pungenti foglie sonetto
530 Quel sol che col suo lume ardente e chiaro sonetto
531 Questa che al ciel le verdi chiome stende sonetto
532 Questa che breve e piana ancor vi resta sonetto
533 Questa, che col bel volto almo e decoro sonetto
534 Questa, che così umile e così pura sonetto
535 Questa, degna di aver del mondo impero sonetto
536 Questa donna gentil, che sola e lieta sonetto
537 Questa faretra con gli aurati strali sonetto
538 Questa fera gentil, che io temo ed amo sonetto
539 Questa mia pura e candida colomba sonetto
540 Questa ombra che giamai non vide il Sole sonetto
541 Questa virginità verde e guardata sonetto
542 Queste purpuree rose, che alla Aurora sonetto
543 Questi arbuscei, che del famoso Atlante sonetto
544 Questi candidi augei, che latte e neve sonetto
545 Questo antro oscuro, ove sovente suole sonetto
546 Questo, donna real, dei vostri onori sonetto
547 Questo per calle periglioso e torto sonetto
548 Questo sol ti restava, iniqua e dura sonetto
549 Questo spezzato giogo e questo laccio sonetto
550 Qui dove dalle gravi atre tempeste sonetto
551 Qui dove il ciel la fredda algente stella sonetto
552 Qui dove il vago Ren piangendo porta sonetto
553 Qui dove meste il lor caro Fetonte sonetto
554 Qullo angelico viso ove solea sonetto
555 Ritogli omai di mano, ah, poco accorta sonetto
556 Roma, se di alma Iddio così perfetta sonetto
557 Rotta e caduta in terra è quella spene sonetto
558 Rugier, che fai in solitaria parte sonetto
559 Sacra ruina che il gran cerchio giri sonetto
560 Sacri intelletti, a cui da Giove è dato sonetto
561 Sacro arbuscel, che il glorioso nome sonetto
562 Sacro intelletto, altero e chiaro onore sonetto
563 Sacro intelletto, del divino amore sonetto
564 Saggio e dotto cultore ode
565 Saggio scrittor, per cui chiaro e vivace sonetto
566 Scoglio non è dalle salse onde algenti sonetto
567 Scrittor dotto e prudente ode
568 Se ai raggi di valor che grave e oscura sonetto
569 Se ben di nove stelle ardenti e belle ottava
570 Se ben, famoso Po, con le onde chiare sonetto
571 Se col vostro favor, sotto a sereno sonetto
572 Se come, o dio del sonno, allor che amore sonetto
573 Se con lo usato tuo soverchio orgoglio sonetto
574 Se dallo orgoglio del gelato verno sonetto
575 Se dal tenace nodo onde molti anni sonetto
576 Se da lupo rabioso o da rapace sonetto
577 Se dello amaro mio la alta radice sonetto
578 Se di penne giammai candide e belle ottava
579 Se dopo la stagion bianca e gelata sonetto
580 Se fra quante bellezze altere e rare sonetto
581 Seguite, alme gentil', la illustre gloria sonetto
582 Se il duro suon di quei sospiri ardenti sonetto
583 Se la memoria del passato bene sonetto
584 Se la nebbia di sdegni, che sovente sonetto
585 Se la volubil dea ode
586 Se la vostra gelata e fera voglia sonetto
587 Se, Lodovico, dagli ascosi inganni sonetto
588 Se mai sempre il tuo allor caro ed amato sonetto
589 Se nella eterna luce, ove salito sonetto
590 Se nelle piagge dilettose e sole canzone
591 Se per Memnone tuo ti rode il core sonetto
592 Se piena di gentile alto desio sonetto
593 Se pur non vi sdegnate esser soggetto sonetto
594 Se quando il legno audace ode
595 Se quanto il vostro onore illustre e raro sonetto
596 Se quel dolce pensier che ad ora ad ora sonetto
597 Serchio gentil, che con le pure e chiare sonetto
598 Se statue di oro agli eloquenti e rari sonetto
599 Se tanti a questo ingrato uomo mortale ode
600 Se tanto fia il mio duol gravoso e forte ottava
601 Sgombrerà, signor mio, quel raggio ardente sonetto
602 Sian della greggia tua, vago pastore sonetto
603 Sì come face, ancor che chiara e ardente sonetto
604 Sì dolce è il foco mio, la fiamma bella sonetto
605 Signor, a cui dei suoi gran regni ha dato sonetto
606 Signor, col volto adorno ode
607 Signor del Ciel, quella pietà infinita sonetto
608 Signore, il Senso è sì possente e forte sonetto
609 Signor, la antica serpe ode
610 Signor, lo ozio è veleno aspro e mortale sonetto
611 Signor, se a quella vostra illustre e rara sonetto
612 Signor, se forza di maligna e dura sonetto
613 Signor, su questo Imperiale ed alto sonetto
614 Sino a quando, Signor, questa sviata ode
615 Sogliono i lieti e ben felici amanti sonetto
616 Solo e pensoso i miei passati affanni sonetto
617 Sommo sol, da cui raggi ardenti e chiari sonetto
618 Sotto candido vel che ricopria sonetto
619 Sovente verso il cielo alzo il pensiero sonetto
620 Sovra la verde sponda ode
621 Sovra le rive gloriose e sole sonetto
622 Sovra un puro ruscel che dolcemente sonetto
623 Sparge dal suo bel sen la gloria vostra sonetto
624 Sparge tanti di onor raggi lo ardente sonetto
625 Sparve il mio sole a mezo il giorno, e scura sonetto
626 Spesso volgo la vista inferma e ria sonetto
627 Spiega le vaghe tue purpuree piume capitolo in terza rima
628 Spiego talor per le vestigia le ale sonetto
629 Spiravano le faci aurate e bionde sonetto
630 Spirito acceso di virtute ardente sonetto
631 Spirito illustre, a grandi imprese nato sonetto
632 Spirito illustre, che col bel pensiero sonetto
633 Spirto, che carco di virtù ed onore sonetto
634 Spirto gentil, che questi bassi chiostri sonetto
635 Spogliate, o verginelle canzone
636 Stempra, o gran Re del Cielo ode
637 Strali avventava Amor duri e pungenti sonetto
638 Sugli omeri portar potrà del cielo sonetto
639 Sul giogo dello altissimo Appennino sonetto
640 Superbo colle, che col manco corno sonetto
641 Superbo Po, che il sacro cener serbi sonetto
642 Superbo scoglio, altero e bel ricetto sonetto
643 Superbo scoglio, che con la ampia fronte sonetto
644 Svegliati, anima trista ode
645 Svegliati omai da questo lungo e rio sonetto
646 Tantalo son, che pien di ardenti brame sonetto
647 Tante, Claudio, varcate terre e mari sonetto
648 Tanto la acerba ed angosciosa doglia sonetto
649 Temo, donna gentil, che alzarmi in alto canzone
650 Tempo ben fora omai dai duri scogli sestina
651 Tenera verga della nobil pianta sonetto
652 Tor ben potrete, donna, il rezzo e la ora sonetto
653 Torniamo a rivedere il nostro sole sonetto
654 Traboccata è la speme, e irato sale sonetto
655 Tra il mormorar dei liquidi cristalli sonetto
656 Tratto Micone il picciol legno avea sonetto
657 Troppo (con vostro danno) alto signore sonetto
658 Troppo desio, donna real, mi sprona sonetto
659 Troppo hai per tempo, Morte, a noi ritolto sonetto
660 Troppo per tempo, o Morte empia e predace sonetto
661 Tu che con le aure ai tuoi desir' seconde sonetto
662 Tu, che le greche e le latine carte sonetto
663 Tu, cui lo ingrato cielo unqua non toglie sonetto
664 Turbato è questo ciel senza i duo lumi sonetto
665 Tutta questa fiorita e verde etate sonetto
666 Udrai tu ancora i miei novi lamenti sonetto
667 Un fallace sperar che a fin non viene sonetto
668 Un irco bianco, che la fronte adorna sonetto
669 Uscite, pecorelle, or che dal corno endecasillabi rimati
670 Vaga angeletta a render grazie volta sonetto
671 Vaga angeletta, dallo eterno Amore sonetto
672 Vaga Fenice, che con le ali di oro sonetto
673 Vago arbuscel, nelle cui liete frondi sonetto
674 Valerio, che con voglie ardite e pronte sonetto
675 Veggio, signor, dei già smarriti onori sonetto
676 Veggio talora uscir dai bei vostri occhi sonetto
677 Veloce pardo mai timida fiera sonetto
678 Verde arbuscel, che di odor vinci quanti sonetto
679 Vergine gloriosa, al vago ardente sonetto
680 Versi con la urna di or più dello usato sonetto
681 Versi la Copia qui dal pieno corno sonetto
682 Vesta di bei smeraldi ambe le sponde sonetto
683 Vinse alfin della maligna e dura sonetto
684 Vivace augel, che nella Arabia nasci sonetto
685 Viva face di onor dai casti uscia sonetto
686 Voglie, che mentre Amor non mi ebbe a sdegno sonetto
687 Voi che cercate i campi ampi ed aperti sonetto
688 Voi che tutti i sentier' di alzarvi a paro sonetto
689 Voi meco fuor delle acque fresche e vive endecasillabi rimati
690 Volgete gli occhi a tanta meraviglia sonetto
691 Volgi pur lieto a la tua patria il piede sonetto
692 Vo ricercando in ogni parte ove io sonetto
693 Vorrei, Molino, omai solcar queste onde capitolo in terza rima
694 Vostri sian questi fiori, e vostre queste endecasillabi rimati
695 Vuota quella urna omai esser devrebbe sonetto
Poesie di <Tasso, Bernardo> con diversa attribuzione
1 VE1547-RD 2/1 [96] Alto Signor, che con lo ardente sole Martelli, Vincenzo canzone
2 VE1548-RD 2/2 [96] Alto Signor, che con lo ardente sole Martelli, Vincenzo canzone
3 VE1550-RD 3 [379] Donna gentil, tanto è il favor che piove Porrino, Gandolfo canzone
4 VE1550-RD 3 [381] Deh, perché tolto a questo cielo avete Porrino, Gandolfo sonetto
5 VE1555-RD 5/3 [350] Donna, che quasi un altro sol terreno Guidiccioni, Giovanni sonetto
6 VE1555-RD 5/3 [351] Questa, che così umile e così pura Guidiccioni, Giovanni sonetto
7 VE1555-RD 5/3 [352] Vaga Fenice, che con le ali di oro Guidiccioni, Giovanni sonetto
8 VE1556-Rime_raccolte /2 [378] Donna gentil, tanto è il favor che piove Porrino, Gandolfo canzone
9 VE1556-Rime_raccolte /2 [380] Deh, perché tolto a questo cielo avete Porrino, Gandolfo sonetto
10 VE1556-Rime_raccolte /2 [908] Donna, che quasi un altro sol terreno Guidiccioni, Giovanni sonetto
11 VE1556-Rime_raccolte /2 [909] Questa, che così umile e così pura Guidiccioni, Giovanni sonetto
12 VE1556-Rime_raccolte /2 [910] Vaga Fenice, che con le ali di oro Guidiccioni, Giovanni sonetto
13 VE1565-AT 2 [544] Principe sacro, il cui gran nome suona Martelli, Vincenzo canzone
14 VE1586-RS 1/4 [374] Deh, perché tolto a questo cielo avete Porrino, Gandolfo sonetto