Beaziano, Agostino

m. 1549

Varianti del nome
Beatiano
Bibliografia
DBI
Poesie Seleziona tutti
1 Al gran Consalvo Capitan, di cui sonetto
2 Alma Isabella in voi ballata
3 Almo Cesar, se quanto madrigale
4 Apollo, se non è spento il desio sonetto
5 Aretin, non bisogna più le carte sonetto
6 Aspicit armatum qui te fera bella gerentem distico elegiaco
7 Aurae, queis gravidamque foecundo reddere flatu distico elegiaco
8 Avventurosi colli della bella sonetto
9 Badoaro, il bel vostro chiaro ingegno sonetto
10 Barbadico, ben voi saggio da prima sonetto
11 Barbadico, di cui lo altero, e chiaro sonetto
12 Barbadico, gran danno fu che tolto sonetto
13 Barbadico, si vede omai che a torto sonetto
14 Bellica vastarant italas incendia terras esametro
15 Bembe, parem quem fama facit veterumque camoenis distico elegiaco
16 Bembo, il tempo giunto è che i spirti vostri sonetto
17 Bembo, la nostra età deve spogliarsi sonetto
18 Bembo, poi che non è chi pareggiarvi sonetto
19 Bembo, vedeste già come di ardente sonetto
20 Benigno spirto, candido e sincero sonetto
21 Ben so che si può dir che sete quale sonetto
22 Bonacosso, il destin protervo e schivo sonetto
23 Braccio, di cui fia chiaro di Montone ottava
24 Bruno, da che scrivendo ai tempi nostri sonetto
25 Carlo, a cui del romano imperio il freno sonetto
26 Carlo, che vi ami Dio non è chi nieghi sonetto
27 Carlo, chi fia che degnamente esprima sonetto
28 Carlo, chi vede la vittoria ornarvi sonetto
29 Carlo, crederà forse altri che io sia sonetto
30 Carlo, del santo oprar, dei bei disegni sonetto
31 Carlo, di alto valor più che altro in terra sonetto
32 Carlo, di Roma allo imperio vetusto sonetto
33 Carlo felice Augusto, al ciel più caro sonetto
34 Carlo, lo animo vostro è sì gentile sonetto
35 Carlo, mal fa chiunque ora presume sonetto
36 Carlo, nel vostro generoso petto sonetto
37 Carlo, per la bontà, per la sincera sonetto
38 Carlo vittorioso e trionfale sonetto
39 Carmina si nostri fuerint male culta libelli distico elegiaco
40 Carole Magne, Deum iussu cui fata Quiritum distico elegiaco
41 Carole magno tibi Lybies victoria parta est distico elegiaco
42 Cesar, se or fusse il sì cantato Omero sonetto
43 Chiaro del cielo in terra e vivo lume sonetto
44 Chiaro di virtù sol, donde il pensiero sonetto
45 Chiaro lume di Marte, arbitro solo sonetto
46 Chi di Andrea Gritti il nome ode, ode ancora ottava
47 Chi di voi canta non paventa almeno sonetto
48 Chi è costui che fuor de gli occhi piove ottava
49 Chi è costui, che fuor mostra in pittura ottava
50 Chi è costui che nel metallo spira ottava
51 Chiunque leggi queste rime, dove sonetto
52 Chi vuol cantar di un spirto, che di mille sonetto
53 Col dir vostro aguagliarvi ballata
54 Colozio, voi, che sete grato al biondo sonetto
55 Colui che il secol fea gioioso, altero ottava
56 Colui donde è rimaso in tutto quello ottava
57 Come di valor Carlo avanzi quanti sonetto
58 Come ove è posta tra la terra e il sole sonetto
59 Come si può onorarvi ballata
60 Come uom si inganna grandemente, e spesso sonetto
61 Consilio plerosque bonos vixisse, manuque distico elegiaco
62 Cornaro, voi restate esempio eterno sonetto
63 Cornelio, cui del sacro nome il peso sonetto
64 Cum te rector amet lati Leo maximus orbis distico elegiaco
65 Dalla mente celeste, donde impara ottava
66 D'Avalo, sangue generoso e chiaro sonetto
67 Deh, perché Amor, dapoi che arsi per lei sonetto
68 Deh, perché, Signor mio, non mi è concesso sonetto
69 Dei gran fatti la fama illustre ottava
70 Del divino almo vostro ballata
71 Del gran Giove e di Leda la figliuola ottava
72 Della prima bellezza il segno estremo ottava
73 Del poetico onor un novo Omero ottava
74 Del sangue Colonnese i duo gran numi ottava
75 Desiri e pensi uom quanto ballata
76 Dicea Marte a Neptuno: “A che pur vuoi ottava
77 Diceva Marte: “Perché, o sommo padre ottava
78 Di chi è questa memoria, che a Romano ottava
79 Di Consalvo il valor, che in altrui serra ottava
80 Diedo, la patria vi ha nel più bel fiore sonetto
81 Di Francesco Maria duca di Urbino ottava
82 Dii tibi dent quod voce petis, quod mente precaris distico elegiaco
83 Di ogni vera bontà limpida luce ottava
84 Di quel gran Capitan Consalvo chiude ottava
85 Dolce, ben voi dal vivo, chiaro ingegno sonetto
86 Donna, spirto celeste, alma Leonora sonetto
87 Ducere Mars Avalum Lybico dum in pulvere nuper distico elegiaco
88 Dum stricto oppositas Avalus ferit ense catervas distico elegiaco
89 Ecce diu classi optatas immisit habenas esametro
90 Eia agite o Martis fidissima lumina fratres esametro
91 Elena, del gran Bembo altero pegno sonetto
92 Ergo spes italas penitus delere paratis esametro
93 Eugubbio, nei lodati antichi inchiostri sonetto
94 Exoptatae adeo lucis suprema secabas distico elegiaco
95 Fama, soles volucri quae vecta per aera penna esametro
96 Famosa, e di ogni ben ricca, e possente sonetto
97 Felice imperador, che il freno al corso sonetto
98 Ferdinande iterum totiens frustrata resumens esametro
99 Ferrando, sete valoroso, e chiaro sonetto
100 Ferrando, tutti alzate i spirti, dove sonetto
101 Foedera sic servare doces? ita perfide nostros distico elegiaco
102 Fontana di virtù donna gentile sonetto
103 Fortunio, che ne giova sempre mai sonetto
104 Franceschi, la bontà vostra e il servire sonetto
105 Francesco, il ciel vi ha dato un sì bel regno sonetto
106 Francesco Sforza è qui, di nome raro ottava
107 Genova, è ben maligno chi non vede sonetto
108 Genova, ognun non sa per qual sentiero sonetto
109 Giove a Marte dicea: “Tu dietro vai ottava
110 Giove diceva a Marte: “Perché attendi ottava
111 Giulio, secondo lume al Savorgnano sonetto
112 Giustinian, benché la patria molto sonetto
113 Giustinian, di vera gioia pieno sonetto
114 Giustinian, se forse vi pensaste sonetto
115 Giustinian, voi che nel bel tesoro sonetto
116 Guidotto, è tempo che di tanti errori sonetto
117 Guidotto, voi che tanto visto avete sonetto
118 Haec Arretini vatis, quam cernis, imago est distico elegiaco
119 Hic Helvira sita est Consalvo nata parente distico elegiaco
120 Hos quicumque vides geminos, duo Sydera, vultus distico elegiaco
121 Hostiles Avalus dum scanderet impiger arces distico elegiaco
122 Iam tua Ferdinande licet super aethera virtus esametro
123 Il decimo Leon qui giace, figlio ottava
124 Il gran Sanuto Marco è qui sepolto ottava
125 Il quinto Carlo ha quanto industria e sorte ottava
126 Improbe tu nostras audes invadere terras distico elegiaco
127 Indue tela aliis penitus deposta, cohortes distico elegiaco
128 In questo marmo è chiuso il Barbadico ottava
129 In saxo veros gemitus, verosque dolores distico elegiaco
130 Insolito favor vi diede il cielo sonetto
131 Io so che temerario, e troppo, ancora sonetto
132 Iuppiter his Martem dictis compellat amaris distico elegiaco
133 Iure tuo Fortuna licet des munera, nonne distico elegiaco
134 La aquila sacra degli augei regina sonetto
135 La dea che Cipro col suo nome onora ottava
136 Larga quibus Natura olim ditaverit herbas distico elegiaco
137 Lieto almo giorno, in cui primieramente sonetto
138 Lo animo pieno e non pur colorito ottava
139 Lodi, erra chi si crede che del cielo sonetto
140 Lodi, vorreste che io cantando alzasse sonetto
141 Loredan, poi che lo esservi disdetto sonetto
142 L'osse qui son del principe Crimano ottava
143 Lucciasco, più non è chi lo ardir spere sonetto
144 Luce, che coi più bei lucidi rai sonetto
145 Marsilio, si vedrà pur il paese sonetto
146 Mars pater e ramo suspenderat illicis arma distico elegiaco
147 Marte, se mai pensasti ozioso e lento sonetto
148 Mauroceno, di cui lo ingegno altero sonetto
149 Mentre ordinando in questa e in quella parte ottava
150 Molin, mi par che solo Carlo intende sonetto
151 Molza, io svolto da quel che oppresso tanto sonetto
152 Multiplici quae carpis iter per inania penna distico elegiaco
153 Musa, velim referas haec usque in tempora dignus distico elegiaco
154 Navagero, andar può la patria altera sonetto
155 Nella età al bel desio sì pigra e lenta sonetto
156 Nello estremo occidente ballata
157 Nescio si patrum tibi Carole viderit aetas distico elegiaco
158 Non deiecta semel Consalvo Gallica signa distico elegiaco
159 Non dovete dolervi ballata
160 Non ego divitias regum, non anxius opto distico elegiaco
161 Non può lodarvi assai ballata
162 O ben felice imperador, felice sonetto
163 O decus Italidum Virgo, Victoria, castas distico elegiaco
164 O di pudico Amor esempio chiaro sonetto
165 Onde pinger in carte ne fu mostro ottava
166 O qui consilio coelum terramque gubernas esametro
167 O qui solus habes quot habet facundia viros distico elegiaco
168 Oria da quel valor, che avete mostro sonetto
169 Oria, di Italia sol, chiaro si vede sonetto
170 Oria, già uscito il Barbarossa, intorno sonetto
171 Oria, la fama del valor più altero sonetto
172 Oria, perché voi sempre avete mostro sonetto
173 Oria, poi che la Francia il suo furore sonetto
174 Oria, potete aver lo animo altero sonetto
175 Or quello in voi si vede ballata
176 Or vada altero pur il grande Apelle sonetto
177 O salve lux cara deis, lux inclita salve esametro
178 Perche di ardire e di prudenzia pieno sonetto
179 Perfurit indomito passim dum robore taurus distico elegiaco
180 Più che il sol spirto chiaro, del celeste sonetto
181 Platon questo è, che qui la mente pura ottava
182 Podocataro, il ciel largo vi diede sonetto
183 Podocataro, in voi Natura mesce sonetto
184 Podocataro, qual spirto Romano sonetto
185 Pordenon, se non fosse che altri a sdegno sonetto
186 Puteolan, del quinto Carlo io canto sonetto
187 Puteolano, il quinto Carlo solo sonetto
188 Quaecumque optatam tot iam volventibus annis distico elegiaco
189 Quai vi si ponno render grazie, o solo sonetto
190 Qual cosa è omai, donde non tema o speri sonetto
191 Qual è loda sì grande ballata
192 Quel che già mai non fia lodato a pieno ottava
193 Quel che vedi è Virgilio, il primo onore ottava
194 Quella Rimonda Laura, di cui vola ottava
195 Quel per cui già di ogni altro il nome tace ottava
196 Queta i sospiri, Italia, onde solevi sonetto
197 Quid roseo frontem nimbo circundata cessas esametro
198 Qui è il cener di Didon, il cui gradito ottava
199 Qui giace il duce Loredan, cui tenne ottava
200 Qui Giovan Galeazzo è, del Vesconte ottava
201 Qui il Savorgnan Ieronimo è sepolto ottava
202 Quirini, chi la patria ama, desia sonetto
203 Quirini, foste al gran Quirino affine sonetto
204 Quirini, se di noi caduco e frale sonetto
205 Quirino, imperiale alcun mi stima sonetto
206 Qui sepolto è il Pontan, che tornò il pria ottava
207 Quis tam Pieridum versatur notus in arvis? esametro
208 Quod meritis cunctas impleveris Auria terras distico elegiaco
209 Quod meritis cunctas impleveris Auria terras distico elegiaco
210 Rafael, se di Apelle il mondo scrisse ottava
211 Re del ciel, che qua giù scender volesti sonetto
212 Riccio, non ha color sì bel, sì chiaro sonetto
213 Ridendo a Momo dicea Giove: «Io spero ottava
214 Romulei colles, atque addita collibus arva distico elegiaco
215 Sacro invitto signor, cui sì ben dato sonetto
216 Sacro Leon, quel che di noi vedemo sonetto
217 Salvete o Iuvenes solatia pauperis aevi distico elegiaco
218 Sancte Deum genitor, cuius sub numine coelum est esametro
219 Sancte pater, fidei ritus cui noscere sacros distico elegiaco
220 Sansovin, le opre vostre sono quali sonetto
221 Savorgnano, il valor del sangue vostro sonetto
222 Savorgnan, se fortuna voi provate sonetto
223 Se allo ardito Troian famoso e pio ottava
224 Sebben il vostro Sol del cielo in parte sonetto
225 Se ben vi chiama a maggior gloria il vero sonetto
226 Se quando l'onestà sempre fioria sonetto
227 Seu quis Idumeam ingesto super aggere palmam distico elegiaco
228 Sforza qui giace, a cui se fu negata ottava
229 Sforzatevi di alzar Muse lo ingegno sonetto
230 Sice decet aeternam mortales quaerere famam esametro
231 Si data magna tibi, si plurima cernis, habebat distico elegiaco
232 Signor, che aveste un duce avo, che tenne sonetto
233 Signor, che avete il capo ornato e cinto sonetto
234 Signor, che del gran Carlo i trattamenti sonetto
235 Signor, cui tanto del suo ben comparte sonetto
236 Signor, cui tanto fu dal ciel concesso sonetto
237 Signor eletto alla più bella impresa sonetto
238 Signor, mal crede chi veder si pensa sonetto
239 Signor, ora vi è data impresa quale sonetto
240 Signor, per cui si mostra verde ancora sonetto
241 Signor, se ben vi desse altero ingegno sonetto
242 Sola di ogni virtù proprio ricetto sonetto
243 Sommo Pastor, a cui dal cielo è dato sonetto
244 Soro, stupisce ognun che i pensier suoi sonetto
245 Spirti cortesi, cui sì ben Amore sonetto
246 Spirti, ove del suo più chiaro e divino sonetto
247 Spirto, che la sorella già vedesti sonetto
248 Spirto, di cui lo ardito cor cinto era sonetto
249 Spirto, nato a mostrar qual di regina sonetto
250 Spirto sol nato a dimostrar con la opra sonetto
251 Tinto, nova dolcezza al cor mi porse sonetto
252 Tizian, benché ciò che già mai colora sonetto
253 Tizian, confusa omai la invidia resta sonetto
254 Tizian, di tutto il creder nostro fuori sonetto
255 Tiziano, ora il gran Carlo quinto, quale sonetto
256 Tizian, poi che dal tuo pennello è vinto sonetto
257 Turcha, quid incoepti ponis fera murmura belli distico elegiaco
258 Turcha tibi subito fieri miraberis hostes distico elegiaco
259 Turco, io già veggio le tue squadre in rotta sonetto
260 Vada la nostra età lieta e superba sonetto
261 Vaghe aure, che or con le ale preste, or lente sonetto
262 Vergerio, mostra il ciel d'avervi caro sonetto
263 Viator, qui chiuso giace il Savorgnano ottava
264 Voi del castalio umor poste al governo sonetto