Rota, Berardino

1508 - 1575

Bibliografia
FER [Rota, Bernardino]
Poesie Seleziona tutti
1 Alle spere il girarsi, al sol la luce sonetto
2 Amor, tu che il puoi fare e tu che il sai sonetto
3 Ben è di alpestra vena il duro scoglio sonetto
4 Caro, che con bel stil nobile e franco sonetto
5 Che vi abbia, o di onestate e di bellezza sonetto
6 Chiara angioletta, da beati cori sonetto
7 Come di Libia le minute arene sonetto
8 Come talor se di Nettuno avviene sonetto
9 Da qual Scizia la neve, onde Amor tolse sonetto
10 Deh, che io non ho, signor, qual dite un stile sonetto
11 Dentro il tesor della memoria mia sonetto
12 Era la notte e di fin oro adorno sonetto
13 Fu gran pietà, spirto real, la vostra sonetto
14 Il quinto lustro il sol già chiude e gira sonetto
15 Io ne vo mezzo e mezzo in voi mi resto sonetto
16 La dea di Pafo in così bel sembiante sonetto
17 La fiamma che per gli occhi apprese e ebbe sonetto
18 Lagrime dolci, che di mezzo il foco sonetto
19 Lasso, il regno di Amor qual breve e frale sonetto
20 Lo amico stuol di Dio, quando alle spalle sonetto
21 Lo oro, lo ostro, i robin, le perle, il sole sonetto
22 Lumi del ciel, che fate invidia al sole sonetto
23 Né perché ognor mi stia qual veltro al fianco sonetto
24 Non è di esca mortal quel dolce ardore sonetto
25 O di alme illustri, eletti, incliti cori sonetto
26 O di questo e quel mostro, almo e sovrano sonetto
27 O due Muse, o due Grazie, o due Fenici sonetto
28 Padre felice, santo, a giorni nostri sonetto
29 Per far di me novello strazio, Amore sonetto
30 Piangea Vittoria e piangea seco Amore sonetto
31 Pianse vedova Roma e ben si dolse sonetto
32 Piansi del cor lo esilio lungo e grave sonetto
33 Punto di acuto e di amoroso chiodo sonetto
34 Qual uom sì scaltro mai, qual sì leggiero sonetto
35 Quando fece del cor dolce rapina sonetto
36 Quando il più degno mio novo Torquato sonetto
37 Quando, per vincer se stessa, in voi pose sonetto
38 Quanto debbo al pensier di cui nudrisco sonetto
39 Quel dì che voi, signor, di gloria adorno sonetto
40 Schiera bella, real, di donne elette sonetto
41 Se come fior che languidetto giace sonetto
42 Se dello occhio del ciel la alma gran luce sonetto
43 Se forse per pietà di chi vi mira sonetto
44 Siate a voi stesso voi conforto e vita sonetto
45 Sì come per veder la eterna vita sonetto
46 Steril pianta in terren spinoso incolto sonetto
47 Tu, che in vivi colori e coi bei detti sonetto
48 Tu, seconda Vittoria, alta Colonna sonetto
49 Tutti gli altri pensier fuggon dinanzi sonetto
50 Una chiusa bellezza è più soave sonetto
51 Vide Morte i begli occhi ir vincitori sonetto
52 Vivo, terren mio sol, che lunge e presso sonetto