Terminio, Marcantonio

1525 - ca. 1580

Bibliografia
FER
Poesie Seleziona tutti
1 A che del mar lasciasti il nobil regno sonetto
2 A così fiero colpo, a così acerba sonetto
3 A dir lo altrui mal fortunato amore sonetto
4 Agli altri in verde età le crespe e bionde sonetto
5 Ahi, mal accorto cor, troppo sovente sonetto
6 Alma ben nata, cui per grazia elesse sonetto
7 Alma mia fiamma, che con dolci e nuove sonetto
8 Almo, placido dio, queto e soave sonetto
9 Altri la prima età, le crespe bionde sonetto
10 Amor, che ogni pensier del cor mi rade sonetto
11 Amor, se gli occhi son tuo proprio oggetto sonetto
12 Cara un tempo mi fu quella che appare sonetto
13 Caro, leggiadro e prezioso laccio sonetto
14 Che di perle e di gemme e di aurei fiori sonetto
15 Che fan più meco i vostri ornati canti sonetto
16 Chi fosse stato fermo al bel soggiorno sonetto
17 Chiome di fino e sottilissimo oro sonetto
18 Chi vuol veder con manifesta prova sonetto
19 Come ad arder da lunge incominciai sonetto
20 Come a guardar del sol gli ardenti rai sonetto
21 Come avrà tanta forza oggi il cor lasso sonetto
22 Come di oro i capei, di avorio il petto sonetto
23 Come è beato un uom che in vita serba sonetto
24 Come nel sommo polo onde Aquilone sonetto
25 Come se in ampio lago, in cui gli ardenti sonetto
26 Come se per città che mano ostile sonetto
27 Come tra le altre donne eletto e colto sonetto
28 Contra lo empio figliuol commossa a sdegno sonetto
29 Contra rigor di donna aspro e inumano sonetto
30 Così, al caldo desio di farvi onore sonetto
31 Credea, che forza al mio debile ingegno sonetto
32 Cugin, mentre al tuo mal porger aita sonetto
33 Cugin, mentre al tuo mal porgere aita sonetto
34 Di fior vermigli adorna, in bianchi panni sonetto
35 Dive, che di Elicona i sacri fonti sonetto
36 Di vostre lodi gloriose e rare sonetto
37 Dolci mi sono i ceppi, ove mi avete sonetto
38 Donna, dal cui bel viso ampia dolcezza sonetto
39 Donna di imperio degna, in cui natura sonetto
40 Donna, vedeste già, come repente sonetto
41 Dopo lo avermi tante volte in tanti sonetto
42 Dunque il Tesin devrà di invidia tanto sonetto
43 Dunque, se una crudel, di piombo il petto sonetto
44 Ecco che mi vedrete una altra volta sonetto
45 Era per avanzar la dea di Gnido sonetto
46 Fido guerrier, che ne gli alpestri boschi sonetto
47 Fieri messi di Amor, pensieri ardenti sonetto
48 Figlie del gran Nereo, che il ricco umore sonetto
49 Forse, o Giove, a pietà del fiero ardore sonetto
50 Gentil, invitto, glorioso e chiaro sonetto
51 Già fu che con gioioso e dolce canto sonetto
52 Già mi credea che il mio debile ingegno sonetto
53 Giunta Isabella in su la stigia riva sonetto
54 Gli alti lamenti, le querele intense sonetto
55 Gran tempo il suon delle tue penne e il grido sonetto
56 Il santo piè del gran motor superno sonetto
57 In ben cara prigion chiuso mi avete sonetto
58 In dubbio del mio stato, or ardo, or tremo sonetto
59 In palagio real tra via battendo sonetto
60 Io già conosco ben fra tanti alteri sonetto
61 La alta cagion che al vostro ceppo antico sonetto
62 La aura gentil, che sol di schietto lauro sonetto
63 Lagrime false, se voi molli feste sonetto
64 Lagrime mie, sì dura e salda pietra sonetto
65 La strada occolta, faticosa ed erta sonetto
66 Le superbe ricchezze instabil sorte sonetto
67 Lomelina felice, in cui si spense sonetto
68 Marra, che al nobil sangue antico e chiaro sonetto
69 Mentre che con ferventi, alte parole sonetto
70 Mentre la bella Donna, à cui le vere sonetto
71 Misero, afflitto cor, poiché ti spoglia sonetto
72 Misero me, da qual tanto furore sonetto
73 Mosso forse a pietà del fiero ardore sonetto
74 Nel mar nacque la dea, cui Cipro adora ottava
75 Non bastava con atti iniqui e crudi sonetto
76 Non è questo il beato almo terreno sonetto
77 O bella man, che avorio e latte e neve sonetto
78 O benedetto lido, o sacra arena sonetto
79 Occhi miei, già per voi, che troppo ardita sonetto
80 O dello egro mio cor vital conforto sonetto
81 O di beltà felice unico mostro sonetto
82 O dolce e queto mio stato primiero sonetto
83 Ogni sua forza la Ragion ardita sonetto
84 Or ben provo io, signor, quanto sia vero sonetto
85 Or se onorato e bel desio vi preme sonetto
86 Parea questa magion colma di orrore sonetto
87 Partisti, Anima bella, e pur a Dio sonetto
88 Pensiero, a che il mio cor misero e stanco sonetto
89 Per discovrir la piaga aspra fatale sonetto
90 Per trarmi al regno suo possente e fero sonetto
91 Per veder dunque le reliquie antiche sonetto
92 Pesci gentili, che solcando a gara sonetto
93 Poi che da voi e da me stesso insieme sonetto
94 Poi che di Voglie preziose carca sonetto
95 Poi che di Xanto in su la fresca riva sonetto
96 Poi che ebbe ardir quella empia donna ingrata sonetto
97 Poi che interrotto mi era ogni altro scampo sonetto
98 Poi che per me trovar non potea scampo sonetto
99 Poi che prescritto avea lo alto destino sonetto
100 Poi che scorgendo omai lo antico merto sonetto
101 Ponga pur monti e boschi e fiumi e mari sonetto
102 Porger al vostro duol degno conforto sonetto
103 Poscia che il mio maligno, empio destino ottava
104 Potrete voi vietar che io non vi adori? sonetto
105 Presso un bel fonte le tre dive in Ida sonetto
106 Prosontuoso e temerario ardire sonetto
107 Qual a stanchi nocchier di afflitta nave sonetto
108 Qual caso strano e rio sì orribilmente sonetto
109 Qual meraviglia se repente piacque sonetto
110 Quando (e ben mille volte il dì mi avviene) sonetto
111 Quando nel mar di Amor mia navicella sonetto
112 Quanti vestì di pelo unque Natura sonetto
113 Quanto col mal purgato e rozo stile sonetto
114 Quel dolce acerbo, mio caro nemico sonetto
115 Queste gravi repulse acerbe e fiere sonetto
116 Questo fido mio cor, semplice e puro sonetto
117 Questo riposto, novo, alto ricetto sonetto
118 Qui dove mezo son, sì lungi assente sonetto
119 Rime infelici, per cui già pensai sonetto
120 Sancio gentil, ben ferme e dritte scale sonetto
121 Scemo due volte il volto, e due ripieno sonetto
122 Se ben avesse il fil della mia vita sonetto
123 Se così in alte rime io nuovamente sonetto
124 Securo già de le tue frodi, Amore sonetto
125 Se dei begli occhi vostri ai dolci rai sonetto
126 Segui la altera impresa e il bel lavoro sonetto
127 Se il nodo onde duo cori astringe Amore sonetto
128 Se il tuo buon Padre già (come si crede) sonetto
129 Se intese fossin là mie voci intense sonetto
130 Selva ben fu dei pargoletti Amori sonetto
131 Se per voi mille volte il giorno soglio sonetto
132 Se più di te sia visso in duri affanni sonetto
133 Se tutto è fiamma il sospiroso core ottava
134 Signor, se questa che di Amor possede sonetto
135 Silaro, a cui donò la alma Diana sonetto
136 Sì mi si porta ognior superba e fiera sonetto
137 Sì mi sprona il desio, Signor mio caro sonetto
138 SOL, che al partir del nostro sol maggiore sonetto
139 Sonno, che al mio pensier tu rappresenti sonetto
140 Sperò molti anni già Volturno eguali sonetto
141 Spirto generoso, invitto e chiaro sonetto
142 Stimando alle arme ed alla schiera eletta sonetto
143 Strano animal tra gli altri in terra nasce sonetto
144 Tacer non posso il gran piacer, che sento sonetto
145 Tanto, dunque, anzi tempo e sì repente sonetto
146 Treccie di fila di or crespe e lucenti sonetto
147 Triste, pensose ed agghiacciate e sole sonetto
148 Tu che a covrir quella leggiadra e bella sonetto
149 Tu che cantasti con sì dolci accenti sonetto
150 Tu, dunque, fiamma mia vivace e lenta sonetto
151 Vago, pregiato e grazioso dono sonetto
152 Vedendo il Re del ciel che al fin del giorno sonetto
153 Vedi, se sta pur dura ed ostinata sonetto
154 Veggio ben io (né velo alcun mi adombra) sonetto
155 Vissi gran tempo in duro foco ardente sonetto