Cappello, Bernardo

1498 - 1565

Varianti del nome
Capello
Bibliografia
DBI
Poesie Seleziona tutti
1 Accogli nel tuo casto e santo grembo sonetto
2 A che ti infiamma ancor cieca vaghezza sonetto
3 Ai crin canuti, a l’uno e l’altro piede sonetto
4 Alla beltà celeste, alla chiarezza sonetto
5 Alma, a che dietro ai ciechi sensi i passi sonetto
6 Alma città, che con virtute unita sonetto
7 Alto desio, che a ragionar mi invita sonetto
8 Al vostro almo terren, poiché d'odori sonetto
9 Amor, poiché hai desio canzone
10 Anima, che da questo essilio umano sonetto
11 Apra, sì come al dolce tempo sole sonetto
12 Aspro diletto e dolce mio tormento sonetto
13 Aspro e grave martir mi affligge e preme sonetto
14 A te lice lasciar la doglia e il pianto sonetto
15 A te qual già Reina alta del mondo sonetto
16 Bella coppia, che in preda avete i cuori sonetto
17 Bella Sirena, che dal ciel discesa capitolo in terza rima
18 Bembo beato, io te pur chiamo ogni ora sonetto
19 Benché il chiaro, soave, onesto sguardo sonetto
20 Benché per lungo spazio ancor divida sonetto
21 Ben so che poco nel mio stile onoro sonetto
22 Ben son del vostro regal sangue pegni sonetto
23 Cangia, misera, cangia e speme e voglia sonetto
24 Casa, che in versi od in sermone sciolto sonetto
25 Casa gentil, che con sì colte rime sonetto
26 Cencio, a cui Febo i suoi concetti inspira sonetto
27 Cercai, quanto più seppi, allontanarmi sonetto
28 Certo era vano ogni tuo sforzo, Amore sonetto
29 Che più, lasso, di ben fra noi si vede sonetto
30 Ché più tardar al mio dolce soccorso? sonetto
31 Che possiam dir di voi, che non pria detto sonetto
32 Ché pur tenti far misera mia vita sonetto
33 Che turba la mia pace e che mi ancide sonetto
34 Che voi della più saggia e via più bella sonetto
35 Chi desia di veder beltade in terra sonetto
36 Chi duol qua giù della tua fin non preme sonetto
37 Chi è costei, che di tranquilla oliva sonetto
38 Chi mi darà conforto canzone
39 Chi mi darà le lagrime onde io possa canzone
40 Chi pon sua speme in questa umana vita sestina
41 Chi potrà mai di voi le labra chiuse canzone
42 Chi può sevrar duo cor congiunti in uno sonetto
43 Chi ti vede e di te non si inamora sonetto
44 Claudio, che al dipartir le porte hai chiuse sonetto
45 Colmo di duol, torbido le onde alzarsi sonetto
46 Come di voi più saggia, né più bella sonetto
47 Come edificio antico che la grave sonetto
48 Come il Sol, se talor la terra accende sonetto
49 Come in tener di ogni sua grazia il seno sonetto
50 Come nel ciel la rilucente stella sonetto
51 Come nocchier, che sé perduto e vinto sonetto
52 Come non sempre il Sol chiuso è dall’ombra sonetto
53 Come qualora il ciel di nebbia carco sonetto
54 Come uom di suo voler privo e di pace sonetto
55 Con quai lode onorar posso io quel giorno sonetto
56 Con quanto ardor, quanti perigli ho corsi sonetto
57 Corso, che nel dir prisco e nel novello sonetto
58 Così di buon pastor fama si acquista sonetto
59 Così l'indegno suo furore acquete sonetto
60 Così pur soffri, Giove? E non è vinta sonetto
61 Cotanto è il monte faticoso ed erto sonetto
62 Crispo, poiché concorde al voler nostro sonetto
63 Dal chiaro sangue e dal tranquillo ciglio sonetto
64 Dalle oziose piume omai risorgi canzone
65 Da sette alte eccellenze in sé raccolte sonetto
66 D’atre nubi velato e volto in pianto sonetto
67 Degni vostro valor che io possa ornarne sonetto
68 Degno è se io ti amo o dono, or che in te veggio ballata
69 Deh, non voler, eterno Re del cielo sonetto
70 Deh, non voler, Signor, che le più belle sonetto
71 Di altre donne la grazia e la beltade sonetto
72 Di bella, saggia e nobil coppia mi arde canzone
73 Dicemi Amor, che a consolar mi vene sonetto
74 Di chiari e santi rai cinta risplende sonetto
75 Di foco ghiaccio tenta e di acque molli sonetto
76 Di ogni eccelsa bellezza era già morto sonetto
77 Di quanto già col tuo soave canto sonetto
78 Di ricche spiche cinta e di feconde sonetto
79 Di senno albergo e di prudenzia essempio sonetto
80 Distorna il piè, ché sono indegni e bassi sonetto
81 Di una vittoriosa palma altera sonetto
82 Di un bianco e vivo marmo canzone
83 Dodici volte il ciel Febo ha trascorso sonetto
84 Dolce di Amor un bel pastor lagnarsi sonetto
85 Dolce pensier, che le mie acerbe pene canzone
86 Donna, a cui sempre il ben oprar fu scorta sonetto
87 Donna, che al chiaro nome della antica sonetto
88 Donna che ben rassembra opra divina sonetto
89 Donna, che il mondo e il ciel di sé innamora sonetto
90 Donna, che mille cor servi tenete sonetto
91 Donna, che umile e vago a serva rete sonetto
92 Donna, di cui scrissi più volte in rime sonetto
93 Donna è cotanto vaga ballata
94 Donna sì saggia in questa o 'n altra etade sonetto
95 Donne le genti Galle a bear nata sonetto
96 Dunque al desio che ho di serbar costei sonetto
97 Dunque io di me venti anni a molte avaro sonetto
98 Duo Poli ha il cielo, e lo uno e lo altro degno sonetto
99 Ecco allo illustre vostro sangue aperta sonetto
100 Ecco come del ciel giusta vendetta sonetto
101 Ecco fortuna che pur vinta al fine sonetto
102 Ecco i crin d’oro, onde tessendo Amore sonetto
103 Ecco la bella vostra sposa adorna sonetto
104 Ecco là dove il cielo è più sereno sonetto
105 Ecco la sposa illustre, ecco che il cielo canzone
106 Effetto fai di molta lode indegno sonetto
107 Elicona, Parnaso e Pindo e Cinto sonetto
108 Febo, alla musa mia sì larga parte sonetto
109 Fera gentil, che sì veloce il piede sonetto
110 Fia mai quel dì che alla mia pena acerba sonetto
111 Fra speranza e timor languisco e godo sonetto
112 Fuggono i nostri dì veloci e levi sonetto
113 Gallo, a che coi tuoi versi dolci e puri sonetto
114 Georgio, a che cercar con le altrui rime sonetto
115 Già degli anni migliori il vigor scemo sonetto
116 Già non discopri, Amor, tua forza intera ballata
117 Già non vi ha dato Dio tanta bellezza sonetto
118 Giovio, che di furarne agli anni avari sonetto
119 I bei palazzi e le superbe mura sonetto
120 I dolci risi e il bel soave sguardo sonetto
121 Il Bembo, che vi amò sì caldamente sonetto
122 Il grave affanno, che vi noia e preme sonetto
123 Il Signor, che di me può quanto e vole sonetto
124 Il sol indarno i suoi raggi spendea sonetto
125 Infami schiere di pensier gelati sonetto
126 In mezzo il ciel di novi raggi ornata sonetto
127 Io pur Gallo vorrei, che ne' miei versi sonetto
128 Io sento di ora in or quella vaghezza ballata
129 Irene è morta, e chi non piagne ha il core sonetto
130 La alma la cui partenza ognior sospigne sonetto
131 La alma Vittoria, che il ciel darvi accenna sonetto
132 La bella donna, che molti anni io porto sonetto
133 La bella fronte, ove natura pose sonetto
134 La bella Selva dove Amor vi trasse sonetto
135 La Dea, Signor, che più leve che foglia sonetto
136 La divina sembianza e le perfette sonetto
137 La donna, a cui di amor ardete il petto sonetto
138 La empia schiera di quei tristi pensieri sonetto
139 La morte, onde il Metauro ambe le sponde canzone
140 La rete del peccato, u' ti sei chiusa sonetto
141 La santa fama, che da queste a quelle sonetto
142 La santa sposa del tuo caro figlio sonetto
143 La Selva, che a veder spesso mi invio sonetto
144 Lasso che fia, che alle mie rime liete sonetto
145 Lasso, da' miei pensier partir non posso ballata
146 Lasso, quando più fien di pianger queti sonetto
147 La vergine Romana il cui pudico sonetto
148 La vita mia, che dagli affanni oppressa sonetto
149 Le accoglienze di gioia e di amor piene sonetto
150 Le acque, che purga il prezioso corno sonetto
151 Le dolci rime e le onorate carte sonetto
152 Lieve mio peso e gioia mia dolente sonetto
153 Lo alto tesoro, onde cantando varca sonetto
154 Lo angue, che ogni or con suoi gelati morsi sonetto
155 Lo splendor, che oggi il mondo illustra, move sonetto
156 Marina conca mai parto non diede sonetto
157 Mentre a' sospiri, al lagrimar son volto sonetto
158 Mentre io di oro e di perle, anzi, di onore sonetto
159 Mentre la bella imago, che nel petto sonetto
160 Mentre voi le ore in adornar spendete sonetto
161 Mentre voi lungo la sinistra riva sonetto
162 Mille ardenti sospir la aria infiammaro sonetto
163 Mira, Padre del ciel, come si sface sonetto
164 Mira, superno Re, quanto oltraggiosa sonetto
165 Molin, se io pur trovassi alcun riparo sonetto
166 Mulla, le vostre prose dotte e pure sonetto
167 Muse, che vaghe in queste e in quella parte sonetto
168 Né coi suoi raggi il Sol nebbia dissolve sonetto
169 Né cosa cheggio che il dolor mio tempre sonetto
170 Né di lettere o di arme ampie memorie sonetto
171 Né in sì soavi o in sì leggiadri versi sonetto
172 Nel dolce tempo, alla stagion novella sonetto
173 Né lusinghe, né preghi, che da saggia sonetto
174 Né perché esperto i' sia per molti danni sonetto
175 Né perché mille volte il giorno io pera sonetto
176 Né per orgoglio mai, né per vostre ire sonetto
177 Né rai dello alto valor vostro intento sonetto
178 Nessun rimedio agli amorosi affanni capitolo in terza rima
179 Né tanto pianse mai futura sposa sonetto
180 Non aperse il ciel mai pur solo un giorno sestina
181 Non apre questa mia novella Aurora ballata
182 Non dalla alpe lontan siede un bel colle sonetto
183 Non è, né fia giamai la fiamma spenta sonetto
184 Non per leve cagion turbato e nero sonetto
185 Non piangete ormai più, Carlo, ché quella sonetto
186 Non più rime di amor soavi e liete capitolo in terza rima
187 Non sapete ancor ben con quante pene sonetto
188 Non tanto il vostro buon giudizio intero sonetto
189 Nulla di altrui favor, donna gradita sonetto
190 O beato colui che nega alle empie sonetto
191 O bella donna, che di amor ne ardete sonetto
192 Occhio puro del ciel, luce del mondo sonetto
193 O chiaro, o vero di virtute albergo sonetto
194 O chi mi adduce al dolce natio speco sonetto
195 O Colonna, ove Amore e Castitade sonetto
196 O come leve e quasi in un momento sonetto
197 O come spesso invan sospira e spera sonetto
198 O Cosmo, in ornamento al mondo dato sonetto
199 Odalo il ciel, e non sel prenda a sdegno ballata
200 O del bel foco di virtute accesa sonetto
201 O dello eterno tuo figlio fattura sonetto
202 O del mio indegno e troppo acerbo essiglio sonetto
203 O di che gioia pieno, o di che speme sonetto
204 O di Italia figliuola illustre e degna sonetto
205 O divina bellezza, o novo Sole sonetto
206 O dolce cibo mio, fia mai quella ora sonetto
207 O fosse inteso, o verde calle ombroso sonetto
208 Oh come tosto è giunto canzone
209 O meraviglie delle genti, o vera sonetto
210 Onde mi vien questa mia viva morte? sonetto
211 O non pur degna de' terrestri regni sonetto
212 Or foco, or ghiaccio, tutti i miei primi anni sonetto
213 Or mi aveggio io che invan si fida e spera sonetto
214 Oro, perle, rubini e rose ardenti sonetto
215 O senza par vergine bella e saggia sonetto
216 O settentrional gemma lucente sonetto
217 O tra le donne sagge e più pudiche sonetto
218 O valle, che di fior bianchi e vermigli sonetto
219 Ove pon tu speranza, a che pur chiedi sonetto
220 O verace di Iddio Vicario e figlio sonetto
221 O vero di natura unico fiore sonetto
222 O vero terren Giove, onde alla nostra sonetto
223 Passava il pianto fin sovra le stelle sonetto
224 Perché al vostro valor d’uopo sarebbe sonetto
225 Perché si rompa al cor la alta durezza canzone
226 Piacciati, Re del ciel, che questa voglia sonetto
227 Più non poria perir la navicella sonetto
228 Poiché al gran Guidobaldo ha figliuol dato sonetto
229 Poi che al volto il vermiglio almo colore sonetto
230 Poiché camin sì lungo e periglioso sonetto
231 Poi che con gloriosa tromba altera sonetto
232 Poiché del pianto mio le torbide onde sonetto
233 Poi che del tutto mi è negato e tolto sonetto
234 Poiché è pur ver che i duo bei lumi santi sonetto
235 Poi che fuggir conviemmi indi ove gli occhi sonetto
236 Poi che il buon Paol si è da noi partito sonetto
237 Poiché il dolce desio che il cor mi accende canzone
238 Poiché io mi accorgo che mia morte amate sonetto
239 Poiché i tuoi sette colli a questi ardenti sonetto
240 Poi che la nostra fé mesta ed essangue canzone
241 Poiché la salma dispietata e dura sonetto
242 Poiché mia speme vana e i desir folli sonetto
243 Poiché mi infiamma ancor desio non leve canzone
244 Poiché non pur immortal fama doni sonetto
245 Poiché per tante e sì diverse prove canzone
246 Poiché più lo atto avante, onde gioiva sonetto
247 Poiché ritorna al dolce nido amato sonetto
248 Possente Dea, che le ricchezze e i regni sonetto
249 Prato di vari fiori entro e dintorno sonetto
250 Prima che io giunga a morte canzone
251 Punto che alla salute mia più parca sonetto
252 Quai donne a cui sia sposo e padre tolto sonetto
253 Qual atra nube che il ciel copra e toglia sonetto
254 Qual dietro atra tempesta il ciel sereno sonetto
255 Quale dalle erbe e da' lor vari fiori sonetto
256 Qual fredda voglia vi arma incontra Amore sonetto
257 Qual già per trarre a libertà lo Ebreo sonetto
258 Qual sferza, qual temenza i servi tuoi sonetto
259 Quando avrà il mondo mai alma sì saggia sonetto
260 Quando io volea lodar le tue dolci acque capitolo in terza rima
261 Quando la donna mia leggiadra move sonetto
262 Quando la umana specie ad ira mosse sonetto
263 Quando mi torna a mente il sacro giorno sonetto
264 Quando per onorarvi in alcun modo sonetto
265 Quando sarà giamai che alma rivesta sonetto
266 Quando scorto di Amor giunsi là ove era sonetto
267 Quanto ad altrui giamai fece di onore sonetto
268 Quanto del tuo partir, alma felice sonetto
269 Quanto di avervi fia contenta e lieta sonetto
270 Quanto più bella e di maggior valore sonetto
271 Quel che al giovene Adon di Apro feroce sonetto
272 Quel che cantando i' pingo e voi colmate sonetto
273 Quella che nel suo grembo accoglie e tene sonetto
274 Quella che scoglio od orso è, se non la ama sonetto
275 Quella dolcezza che dagli occhi vostri sonetto
276 Quella Fenice, che il mio core impresse sonetto
277 Quella virtù, che in fogge alte e diverse sonetto
278 Quello arboscel, che in riva al Tebro nacque sonetto
279 Questa bella e real vergine saggia sonetto
280 Questa donna real, del cui valore sonetto
281 Questa Torella, che con volto umano sonetto
282 Queste rime, che a voi piane e dimesse sonetto
283 Queste saranno ben le laudi estreme sonetto
284 Questi, che già mi fur sì dolci e cari sonetto
285 Questi luoghi selvaggi canzone
286 Questi son luoghi solitari e queti sonetto
287 Questo sol, che i suoi rai sì caldi rende sonetto
288 Qui piange Amor, qui Castità si lagna sonetto
289 Rara bellezza ed immortal virtute sonetto
290 Renda dei frutti suoi più larga parte canzone
291 Rompa giusto voler il duro ghiaccio sonetto
292 Sacri intelletti, ai quai da Febo è dato sonetto
293 Saggio, cortese e di ogni laude degno sonetto
294 Saggio Signor, che Dio ne sembri in terra sonetto
295 Sarà sempre da me, donna, lodato sonetto
296 Scendan dal bel Parnaso i sacri cori sonetto
297 Sciolgasi in tutto da terreni affetti sonetto
298 Se ai gravi e molti miei falli risguardo sonetto
299 Se ai vostri lunghi e ben passati tempi sonetto
300 Se alcun teme di Amor farsi soggetto sonetto
301 Se al duro passo alto dolor mi guida sonetto
302 Se all’alto e bel concetto canzone
303 Se alla pietosa vostra alma sembianza sonetto
304 Se al mio non degno e perciò grave danno sonetto
305 Se altro lume non è che infiammi o mostre sonetto
306 Se anco nel mezzo al mio nevoso verno sonetto
307 Se a nostro pro nello uman tuo soggiorno sonetto
308 Se a quella, onde sì dolce ogni tormento sonetto
309 Se ben nel vostro pianto più si onora sonetto
310 Se cantando talor potessi al segno canzone
311 Se con ragion di voi, donna, mi doglio sonetto
312 Se così nel mio petto ad ogni or rugge sonetto
313 Se dello umor della tua grazia immensa sonetto
314 Se del vago Monton di Frisso amate sonetto
315 Se di acquistar nove provincie e regni canzone
316 Se di pietate in voi sol vive tanto sonetto
317 Se di vostra onestate e cortesia sonetto
318 Se egli è pur ver che a sì onorata impresa sonetto
319 Se fu drapel di oneste donne e belle sonetto
320 Se il breve corso della vita umana sonetto
321 Se in dir i chiari e degni alti onor vostri sonetto
322 Se in te siede pietà quanta possanza sonetto
323 Se io mi taccio di voi, di cui deggio io sonetto
324 Se io potuto spiegar avessi in carte sonetto
325 Se io tenessi arte eguale al ben concetto sonetto
326 Se io vivo e vissi sempre in pene e in guai sonetto
327 Se la fiorita vostra Valle il seno sonetto
328 Se la gemma real, che in guisa splende sonetto
329 Se mai, donna, da voi rivolsi il core sonetto
330 Se mai giusta pietà vi punse il core sonetto
331 Se mai sempre vi sia cortese Amore sonetto
332 Se mi prezzate in guisa che col raro sonetto
333 Se né fatica a tralasciar lo usato sonetto
334 Se non amate che nubi atre e folte sonetto
335 Sento che seco tal dolcezza adduce sonetto
336 Se vi armate di sdegni a nova guerra sonetto
337 Se vista umana a pien veder non pote sonetto
338 Se voi vedeste quel che ognior mi atterra sonetto
339 Sì cangi in dolci Amor le vostre amare sonetto
340 Siede là dove più superbo bagna sonetto
341 Signor, che in vece del figliuol di Dio sonetto
342 Signor, che solo alto valor tenete canzone
343 Signor, cui diede graziosa stella sonetto
344 Signor, cui negra e lagrimosa vesta sonetto
345 Signor, dal qual tutte le voglie sante sonetto
346 Sì mi dolse il partir, che ancor non posso sonetto
347 So che vedeste pur chiaro e palese sonetto
348 Sogno gentil, che là verso la aurora sonetto
349 Sol degno è il Bembo di spiegar in carte sonetto
350 Spirto eletto da Dio novellamente sonetto
351 Stavami al caro usato mio soggiorno sonetto
352 Tante non ha fiocche di neve il verno sonetto
353 Terren beato, aventuroso fiume sonetto
354 Tesse di sì fin oro i nodi Amore sonetto
355 Torna, Bembo beato, che qual vivo sonetto
356 Tornate a rivestire i panni allegri sonetto
357 Tosto che al dipartir moveste i passi sonetto
358 Tosto che del partir vostro si accorge sonetto
359 Tosto che furo alle mie orecchie porte sonetto
360 Tosto che Roma veggia alle man vostre sonetto
361 Tosto che vinca il vostro alto consiglio sonetto
362 Tra queste palme di oro e questi strali sonetto
363 Troppo di danno avien che il duol ne apporte sonetto
364 Tu, che de' duo più cari a Cristo servi sonetto
365 Tu, che di verde manto il mondo vesti sonetto
366 Tu, cui mai sempre debbo ogni periglio sonetto
367 Tutti sette i pianeti a prova intenti sonetto
368 Tutto doglioso e molle e il volto e il petto sonetto
369 Tutto quel che da me, donna, sen venne sonetto
370 Un de' rami più cari canzone
371 Varchi, e mi duol e me ne struggo e smacro sonetto
372 Venier mio, che del candido e celeste sonetto
373 Verdi colli fioriti, ameni e lieti capitolo in terza rima
374 Vergine, che di senno e di beltade sonetto
375 Vergine illustre, che in diverse fogge sonetto
376 Vergine illustre e tanto al Tebro cara sonetto
377 Vergine santa, onor supremo e vero sonetto
378 Vidi cinque leggiadre donne e belle canzone
379 Viva Colonna e salda, a cui si appoggia sonetto
380 Viva dello avo e del buon padre imago sonetto
381 Viva mia speme, che dai chiari lumi sonetto
382 Volga lo stil, che da sé tanto splende sonetto
383 Zen mio gentil, se di saper hai voglia sonetto
Poesie di <Cappello, Bernardo> con diversa attribuzione
1 VE1547-RD 2/1 [175] Tra queste palme di oro e questi strali Cenci, Giacomo sonetto
2 VE1547-RD 2/1 [183] Chi mi darà le lagrime onde io possa Cenci, Giacomo canzone
3 VE1547-RD 2/1 [418] Se vi armate di sdegni a nova guerra Autore incerto sonetto
4 VE1547-RD 2/1 [419] Né per orgoglio mai, né per vostre ire Autore incerto sonetto
5 VE1548-RD 2/2 [181] Tra queste palme di oro e questi strali Cenci, Giacomo sonetto
6 VE1548-RD 2/2 [189] Chi mi darà le lagrime onde io possa Cenci, Giacomo canzone
7 VE1548-RD 2/2 [403] Se vi armate di sdegni a nova guerra Autore incerto sonetto
8 VE1548-RD 2/2 [404] Né per orgoglio mai, né per vostre ire Autore incerto sonetto
9 BO1551-RD 4 [147] Né per orgoglio mai, né per vostre ire Navagero, Andrea sonetto
10 VE1552-RD 5/2 [492] Né tanto pianse mai futura sposa Autore incerto sonetto
11 VE1552-RD 5(3)/1 [465] Né tanto pianse mai futura sposa Autore incerto sonetto
12 VE1552-RD 5(3)/1 [466] Che più, lasso, di ben fra noi si vede Autore incerto sonetto
13 VE1552-RD 5(3)/1 [467] Torna, Bembo beato, che qual vivo Autore incerto sonetto
14 VE1555-RD 5/3 [559] Né tanto pianse mai futura sposa Autore incerto sonetto
15 VE1555-RD 5/3 [560] Che più, lasso, di ben fra noi si vede Autore incerto sonetto
16 VE1555-RD 5/3 [561] Torna, Bembo beato, che qual vivo Autore incerto sonetto
17 VE1565-AT 1 [4] Bella coppia, che in preda avete i cuori Caro, Annibale sonetto