Varchi, Benedetto

1503 - 1565

Bibliografia
EI
Poesie Seleziona tutti
1 Adige e Po, che il fral di me portate sonetto
2 Ai fieri colpi di Fortuna, ai crudi sonetto
3 Al dolce stil del più saggio e migliore sonetto
4 Alla alta fama che di voi ragiona sonetto
5 Allegretto gentil, di cui non vede sonetto
6 Almo spirto divin sì dolce, che io sonetto
7 Altra ghirlanda assai più cara e bella sonetto
8 Anima bella e di bontade piena sonetto
9 Anima cara a Dio, che altro Parnaso sonetto
10 A piè delle Alpi, in su la destra riva sonetto
11 Barbato, io sperai ben, fin dal mattino sonetto
12 Bembo, che dal gradito e amato vostro sonetto
13 Bembo, del cui valor che ogni altro eccede sonetto
14 Bembo, il ciel non potea tutto, e le stelle sonetto
15 Ben avete ragion di viver solo sonetto
16 Ben denno a voi, signor, non pur gli Insubri sonetto
17 Ben ebbi al nascer mio contraria quella sonetto
18 Benigno Re dello universo, se io sonetto
19 Ben mi credea poter gran tempo armato sonetto
20 Ben sete e poco e male accorto, poi sonetto
21 Ben si volgea per me felice stella sonetto
22 Bronzino, io cercai sol dietro i migliori sonetto
23 Cara pianta gentil, nelle cui fronde sonetto
24 Carlo, come è che quel leggiadro, altero sonetto
25 Caro Annibal, che con sì util danni sonetto
26 Caro Annibal, che in giovenile, acerba sonetto
27 Caro, mentre che a voi lungo il bel Tebro sonetto
28 Cecero mio, ben puoi tu dire omai sonetto
29 Chiaro Capello, or che lo invitto e sacro sonetto
30 Chiaro signor, di ogni virtute acceso sonetto
31 Cinto di edra le tempie intorno intorno sonetto
32 Come dallo ocean tutti escon fuore sonetto
33 Come esser deve, o può, che io rida, o canti sonetto
34 Come la alta Aragonia, che si parte sonetto
35 Come luce che mostra in parte oscura sonetto
36 Come né più bel mai, né più gentile sonetto
37 Come posso io non arder sempre e tutto sonetto
38 Come talor chi follemente i rai sonetto
39 Come tutti i più vaghi e bei colori sonetto
40 Comincia, almo fanciul, comincia omai sonetto
41 Cosimo, che del vostro altero e chiaro sonetto
42 Così sempre fossi io legato e stretto sonetto
43 Dal dì, che prima in te superbo e altero sonetto
44 Da voi, cui di ogni bel costume adorno sonetto
45 Da voi felice e senza alcuno affanno sonetto
46 Deh, nasci occhio del ciel notturno, nasci sonetto
47 Dolce, se gli amorosi, ardenti vampi sonetto
48 Donna bella e crudel, né so già quale sonetto
49 Donna che or di sudor piena e di polve sonetto
50 Donna, che quanto avea di alto valore sonetto
51 Donna, che sete veramente donna sonetto
52 Febo, se io son pur quel che tanto onoro sonetto
53 Fiesole mio, se nella tua spelonca sonetto
54 Filli, deh, non fuggir, deh, Filli, aspetta sonetto
55 Filli, io non son però tanto deforme sonetto
56 Filli, più vaga assai che i fiori alisi sonetto
57 Fortunio, a cui non pur lo Arno e il Peneo sonetto
58 Giulio, che in quella età, che gli altri a pena sonetto
59 Giulio, chi cerca fama e restar vuole sonetto
60 Il medesimo amor credo che sia sonetto
61 Il mio più di altri e saggio e giusto e prode sonetto
62 In qual selva posso io? Sopra qual monte? sonetto
63 Invittissimo duce, il cui valore sonetto
64 Io che da grave e indegno giogo avea sonetto
65 Io ebbi ed aggio e sempre avrò per fermo sonetto
66 Là ove più largamente empie ogni seno sonetto
67 La più verde, più sacra e felice ombra sonetto
68 Lasso, chi mi darà le rime ed i versi sonetto
69 Lattanzio, se il mondo ha nuovo Filippo sonetto
70 Le antiche glorie e quel chiaro, immortale sonetto
71 Lelio, alto core e peregrino ingegno sonetto
72 Lelio, io non so veder perché, né come sonetto
73 Lelio, qualunque Fato o Parca innaspe sonetto
74 Lenzo, perché io in loco alpestro ed ermo sonetto
75 Lenzo, voi dite il ver, se tali e tante sonetto
76 Leon, se al vostro ispano, anglico rege sonetto
77 Liquide perle in sì nuova maniera sonetto
78 Lo aer non è per questi colli chiaro sonetto
79 Lucio, quel verde tronco, in cui si annida sonetto
80 Mentre che di mia vita or fido, or dubbio sonetto
81 Mentre che io verso al ciel divoto e umile sonetto
82 Muzio, che nella età più dotta e grave sonetto
83 Nape, non mio voler, né mio consiglio sonetto
84 Nasci, e venendo inanzi un giorno mena sonetto
85 Né loco alcun fia mai, né verrà tempo sonetto
86 Ninfe, che ignude il petto e sparse i biondi sonetto
87 Ninfe, che questi ameni, aprici colli sonetto
88 Non sa, Lelio, la gente oscura e bassa sonetto
89 Onde è (dicea Carin) che in tua presenza sonetto
90 Or che al più lungo e più cocente giorno sonetto
91 Or che lo alto valor, che dai vostri avi sonetto
92 Or dura pioggia a mezzo Aprile, or folta sonetto
93 O sacra, o santa, o gloriosa fronde sonetto
94 O sovra ogni altra al ciel gradita fronde sonetto
95 Padre del ciel, se pentita alma umile sonetto
96 Pastor, che leggi in questa scorza e in quella sonetto
97 Più non mi par, Bettin, del dritto fore sonetto
98 Placidissimo dio, che alle diurne sonetto
99 Poscia, che lunga e non dubbiosa prova sonetto
100 Pria che la fronte, signor mio, vi increspe sonetto
101 Qual fu cor tanto mai debile e infermo? sonetto
102 Qual mai più fide e più secure scorte sonetto
103 Qual tempestoso mar di notte il verno sonetto
104 Quando doveva, ohimè, lo arco e la face sonetto
105 Quando Filli potrà senza Damone sonetto
106 Quando il sol vien dal mare Indico fuori sonetto
107 Quando io miro il bel viso e ascolto il saggio sonetto
108 Quanto ha di grave il viver nostro amaro sonetto
109 Quel che Amor mi dettò casto e sincero sonetto
110 Quella casta, onorata e sacra pianta sonetto
111 Quella, che qui di gemme intesta e di ostro sonetto
112 Quella pianta, che già diece anni ed otto sonetto
113 Questo candido fior di verde arancio sonetto
114 Questo è ben di madonna il crine aurato sonetto
115 Questo è, Tirsi, quel fonte in cui solea sonetto
116 Qui dove il sol porta più lieto il giorno sonetto
117 Qui fu il principio dei miei dolci pianti sonetto
118 Qui vidi io pur quelle alme frondi, che ora sonetto
119 Rider or lieta la terra e i fiori a prova sonetto
120 Sacri, superbi, aventurosi e cari sonetto
121 Sacro Mugnon, che giù per queste valli sonetto
122 Santa madre di Amor, che inerbi ed infiori sonetto
123 Sante, beate, altere frondi, u' tese sonetto
124 Se alcuno ebbe giamai sotto le stelle sonetto
125 Se Amor che sempre più velocemente sonetto
126 Se da queste onde, che a solcare avete sonetto
127 Se di buon seme Amor, frutto si rio sonetto
128 Seguite, prego, e non con passo lento sonetto
129 Se il mio cor, che fin qui libero e sciolto sonetto
130 Sempre che io membro il dolce loco e il tempo sonetto
131 Signor, che raro, anzi, pur solo in questo sonetto
132 Signor, cui gran fortuna e gran virtute sonetto
133 Signor se alla alta nobiltate e ingegno sonetto
134 Sì mi è lo attender piu noioso e lungo sonetto
135 Sole, che senza luce madrigale
136 Sopra alto monte in mezzo a verde cima sonetto
137 Sotto il più verde e più fiorito alloro sonetto
138 Sotto questa edra, a piè di esta alta vite sonetto
139 Superbi, alteri, aventurosi e chiari sonetto
140 Superbo monte, ove a tanta bellezza sonetto
141 Taglia, novo marito, omai, le faci sonetto
142 Tanto dee notte e dì pianger la terra sestina doppia
143 Tosto che giunse in ciel la alma gentile sonetto
144 Tosto che sovra i molli omeri suoi sonetto
145 Tra questi vaghi fior, sovra este molli sonetto
146 Valerio mio, il tempo è sì veloce sonetto
147 Ventiquattro anni avea rivolto a pena sonetto
148 Verin, che quello eterno e sommo Vero sonetto
149 Vienne santo Imeneo, vienne, e la face sonetto
150 Voi, che lontan dal volgo avaro e fuori sonetto
Poesie di <Varchi, Benedetto> con diversa attribuzione
1 VE1547-RD 2/1 [417] Verin, che quello eterno e sommo Vero Autore incerto sonetto
2 VE1548-RD 2/2 [402] Verin, che quello eterno e sommo Vero Autore incerto sonetto
3 VE1550-RD 3 [473] Ben avete ragion di viver solo Autore incerto sonetto
4 VE1552-RD 5(3)/1 [494] Come luce che mostra in parte oscura Autore incerto sonetto
5 VE1552-RD 5(3)/1 [502] Tosto che giunse in ciel la alma gentile Autore incerto sonetto
6 VE1555-RD 5/3 [588] Come luce che mostra in parte oscura Autore incerto sonetto
7 VE1555-RD 5/3 [596] Tosto che giunse in ciel la alma gentile Autore incerto sonetto
8 VE1556-Rime_raccolte /2 [306] Dolce, se gli amorosi, ardenti vampi Rainerio, Antonio Francesco sonetto
9 VE1556-Rime_raccolte /2 [307] Se Amor che sempre più velocemente Rainerio, Antonio Francesco sonetto
10 VE1556-Rime_raccolte /2 [308] Fortunio, a cui non pur lo Arno e il Peneo Rainerio, Antonio Francesco sonetto
11 VE1556-Rime_raccolte /2 [309] Qual mai più fide e più secure scorte Rainerio, Antonio Francesco sonetto
12 VE1556-Rime_raccolte /2 [310] Alla alta fama che di voi ragiona Rainerio, Antonio Francesco sonetto
13 VE1556-Rime_raccolte /2 [311] Caro Annibal, che con sì util danni Rainerio, Antonio Francesco sonetto
14 VE1556-Rime_raccolte /2 [312] Cinto di edra le tempie intorno intorno Rainerio, Antonio Francesco sonetto
15 VE1556-Rime_raccolte /2 [313] Questo è, Tirsi, quel fonte in cui solea Rainerio, Antonio Francesco sonetto
16 VE1556-Rime_raccolte /2 [314] Filli, deh, non fuggir, deh, Filli, aspetta Rainerio, Antonio Francesco sonetto
17 VE1556-Rime_raccolte /2 [315] Così sempre fossi io legato e stretto Rainerio, Antonio Francesco sonetto
18 VE1556-Rime_raccolte /2 [316] Filli, più vaga assai che i fiori alisi Rainerio, Antonio Francesco sonetto
19 VE1556-Rime_raccolte /2 [317] Quando Filli potrà senza Damone Rainerio, Antonio Francesco sonetto
20 VE1556-Rime_raccolte /2 [318] Pastor, che leggi in questa scorza e in quella Rainerio, Antonio Francesco sonetto
21 VE1556-Rime_raccolte /2 [319] Il medesimo amor credo che sia Rainerio, Antonio Francesco sonetto
22 VE1556-Rime_raccolte /2 [320] Santa madre di Amor, che inerbi ed infiori Rainerio, Antonio Francesco sonetto
23 VE1556-Rime_raccolte /2 [321] Sotto questa edra, a piè di esta alta vite Rainerio, Antonio Francesco sonetto
24 VE1556-Rime_raccolte /2 [322] Filli, io non son però tanto deforme Rainerio, Antonio Francesco sonetto
25 VE1556-Rime_raccolte /2 [323] Nasci, e venendo inanzi un giorno mena Rainerio, Antonio Francesco sonetto
26 VE1556-Rime_raccolte /2 [324] Ninfe, che ignude il petto e sparse i biondi Rainerio, Antonio Francesco sonetto
27 VE1556-Rime_raccolte /2 [325] Or che al più lungo e più cocente giorno Rainerio, Antonio Francesco sonetto
28 VE1556-Rime_raccolte /2 [326] Invittissimo duce, il cui valore Rainerio, Antonio Francesco sonetto
29 VE1556-Rime_raccolte /2 [327] Lasso, chi mi darà le rime ed i versi Rainerio, Antonio Francesco sonetto
30 VE1558-Fiori /1 [121] Qual mai più fide e più secure scorte Rainerio, Antonio Francesco sonetto
31 VE1558-Fiori /1 [122] Alla alta fama che di voi ragiona Rainerio, Antonio Francesco sonetto