VE1602-Marino

p. 232 [445] LA vaga fera, e dispietata, ch'io Falconio, Arrigo
p. 232 [446] SPESSO scriver di te bramo ben'io Marino, Giovan Battista

© Lugano, Biblioteca Salita dei Frati, https://doi.org/10.3931/e-rara-5666