VE1602-Marino

p. 33 [63] QUESTA crudel, cui per maggior mia doglia Marino, Giovan Battista
p. 33 [64] ONDE, che del mio ben fatto beate Marino, Giovan Battista

© Lugano, Biblioteca Salita dei Frati, https://doi.org/10.3931/e-rara-5666