VE1602-Marino

p. 167 [324] POSCIA CHE degno a sì degn'ossa albergo Marino, Giovan Battista
p. 167 [325] QUEL ferro, oimè, che dal tuo corpo tolse Marino, Giovan Battista

© Lugano, Biblioteca Salita dei Frati, https://doi.org/10.3931/e-rara-5666