VE1565-AT 2

Titolo
De le rime di diuersi nobili poeti toscani, raccolte da M. Dionigi Atanagi, libro secondo. Con vna nuoua tauola del medesimo, ne la quale oltre molte altre cose degne di notitia, taluolta si dichiarano alcune cose pertinenti a la lingua toscana, et a l'arte del poetare.
Pubblicazione
In Venetia : appresso Lodouico Auanzo, 1565.
Descrizione fisica
[8], 248, [36] c. ; 8°
Esemplare
Milano, Biblioteca Nazionale Braidense, XX.189
Codici
CNCE 3330

Contenuto

c. [1v] [bianca]
cc. [2r]-[6v] Al sereniss.mo, et invittissimo re Giovanni II. Eletto d'Hungheria
inc. «Se mai, serenissimo et invittissimo re, fu principe alcuno de la votra età, che meritasse d'essere amato [etc.]» - exp. «Di Venetia. A XXVIII. d'aprile. MDLXV.»
cc. [7r]-[8r] Dionigi Atanagi a lettori
inc. «Perche alcuno si potrebbe maravigliare, & forse anche dolere [etc.]» - exp. «siamo stati sforzati contra il piacer di preterirli.»
c. [8v] Al serenissimo re Giovanni II. Eletto d'Hungheria. Di M. Benedetto Guidi
inc. «Re Sacro, e invitto, a cui con sì secondo»
cc. 1-248 [Testi delle rime]
exp. «Il fine.»
cc. [1r]-[36v] Tavola del secondo lib. de le rime di diversi, raccolte, et scelte da m. Dionigi Atanagi. Ne la quale, oltre a nomi de gli autori, e i primi versi di ciascuna rima, in molti luoghi si pongono i nomi, et talora anche le qualità de personaggi, a cui sono indirizzate, o per cui son fatte, insieme con le occasioni del farle: et tal volta anchora si dichiarano alcune cose pertinenti a la lingua Toscana, et a l'arte del poetare
exp. «Il fine.»

Schedatura di Gianantonio Nuvolone | Data pubblicazione: 18 giu 2016