BG1594-Muse_toscane_Borgogni

Titolo
Le muse toscane di diuersi nobilissimi ingegni. Dal sig. Gherardo Borgogni nouamente raccolte, e poste in luce.
Pubblicazione
In Bergamo : per Comin Ventura, 1594,
Descrizione fisica
[8], 72, 64 c. ; 4° – π8, A-I8, A-H8
Esemplare
Wien, Österreichische Nationalbibliothek, *38.L.77
Note
Dopo c. I8v la numerazione dei fascicoli riparte da A1r e prosegue coerentemente fino a c. H8v. Dell'antologia esiste una diversa emissione di identica consistenza fisica, ma con l'ordine delle parti invertito, da Edit16 definita come var. B. L'emissione, ricomposta nel frontespizio e in tutto il primo fasc. (inclusivo degli indici), è dedicata a Giovanni Ambrogio Figino, anziché a Giovanni Paolo Niccolini e ai suoi fratelli. Visto che nella var. A la sezione di apertura è in morte di Giovanni Antonio Niccolini, è probabile che il progetto delle due emissioni fosse concepito ab origine per una doppia circolazione, fatto che spiegherebbe la doppia numerazione delle carte. La dedicatoria al Figino della var. B è datata da Milano al 7 ottobre 1594. Frontespizio della var. B: Le muse toscane di diversi nobilissimi ingegni. Dal sig. Gherardo Borgogni Di nuovo poste in luce. Al Molto Mag. et Generoso Signore Il Sig. Gio. Ambrogio Figino. Con licenza de' Superiori.
Codici
CNCE 7148

Contenuto

[2r]-[3r] Alli ill. Sig. Gio. Paolo Nicolini e fratelli. Miei Padroni osservandissimi
inc. «L'ill. Sig. Gio. Antonio Nicolini così visse, mentre habitò sotto il cielo» - exp. «E bacio loro humilmente le mani. Di VV. Affett. servitore Comin Ventura.»
[4r] Authori della prima Parte
[4v] Authori della seconda Parte
[5r]-[6r] Indice de' personaggi in lode de' quali è fatto il presente volume. Parte prima
[6v]-[8v] Indice della seconda Parte
A1r-A8v [Prima parte] Di diversi eccell. poeti. In morte del Sig. Gio. Antonio Nicolini
inc. «Fuori del proprio letto» - exp. «Noi non piangiamo il nostro danno a torto»
B1r-B4v (sc. B8v) [Prima parte] Dell'Illust. Signor Erasmo di Valvasone
inc. «Grillo tu piangi, et dal tuo pianto spiri» - exp. «Havrai col nome eterno eterno il giorno»
C1r-C8v [Prima parte] Del Sig. Torquato Tasso
inc. «Questa è la bocca, anzi que [!] chiaro fonte» - exp. «Quella fiamma gentil, ch'arse 'l mio core.»
D1r-E2v [Prima parte] Del Sig. Horatio Parma
inc. «Questa nova Angioletta» - exp. «Come tuoi propri honor, non come miei»
E3r-E8v [Prima parte] Del Cavalier Guerini
inc. «Padre del Ciel, s'un tempo altrui cercando» - exp. «Morto a la morte, e non ben vivo a i vivi.»
F1r-F4r [Prima parte] Del Sig. Prospero Cataneo
inc. «Fra l'Auree Palle il sacro Augel di Giove» - exp. «E mia corona del lor Nome adorno.»
F4v-F6r [Prima parte] Del Sig. Camillo Camilli
inc. «Regia sposa, ecco 'l Maggio, e 'l tuo bel fiume» - exp. «Rinasco, e debbo a te viver secondo.»
F6v [Prima parte] Del Sig. Horatio Lupi
inc. «Qual d'Alemena [!] il figiuol già i chiari mostri» - exp. «Tenta far noto a la futura etate.»
F7r-F7v [Prima parte] Del Sig. Stefano Guazzo
inc. «Angela egli è pur ver, datevi pace» - exp. «Questa neve al mio foco più s'indura.»
F8r-F8v [Prima parte] Di [!] Sig. Livio Celiano
inc. «Ecco ch'io pur vi lascio, occhi beati» - exp. «Ch'al mondo Amor non sia.»
G1r-I8v [Prima parte] Canzoni del R. D. Lodovico degli Oddi Padovano, Canonico Regolare Lateranense, Abbate di Santa Maria di Calena, Fatte in diversi soggetti
inc. «Scend'hora, Apollo, dal sublime colle» - exp. «Sottile inganno cangia a una breve hora»
2A1r-2D4v [Seconda parte] Del Sig. Gherardo Borgogni
inc. «D'Amor fido campion, anzi di Marte» - exp. «Mercè di chi col dir l'alme inamora»
2D5r-2D6v [Seconda parte] Della Sig. Isabella Andreini Comica Gelosa
inc. «Quando i tuoi chiari, e gloriosi honori» - exp. «Non havrà fin giamai, se non per morte»
2D7r-2D8r [Seconda parte] Di Don Gregorio Comanini
inc. «Questo regio Garzon, c'hor vago, e biondo» - exp. «De la mano ch'eternò fragil bellezza.»
2D8v [Seconda parte] Del Sig. Giulio Verga
inc. «Langue Filli, et Amor donque consente» - exp. «La luce, e torna al volto i be' colori.»
2E1r-2E8v [Seconda parte] Dell'Illustre Sig. Federigo Asinari Conte di Camerano
inc. «Quando già vissi in amorosa pace» - exp. «De i gemelli del Ciel lume più bello.»
2F1r-2F1v [Seconda parte] Dell'Illustriss. Sig. Don Ferrando Gonzaga, Principe di Molfetta, e Sig. di Guastalla etc.
inc. «Altissimo silentio, ombre profonde» - exp. «Ond'esce col dolor l'alma, e la vita.»
2F2r-2F5r [Seconda parte] Del Sig. Girolamo Pallantieri, Il Solingo Academico Innominato di Parma.
inc. «Il già Greco, hor Toscano, sacro Museo» - exp. «Reca tributo al Mar, di trobid'onde.»
2F5v-F8v [Seconda parte] Del Sig. Horatio Navazzotti, Academico Desioso detto l'Asciutto, et ne gli Illustrati l'Opaco.
inc. «Stavansi in duo begli occhi Amore, e Morte» - exp. «E'l Mondo ti prepara Archi, e Colossi.»
2G1r-2G1v [Seconda parte] Del Sig. Giuliano Goselini.
inc. «Tor l'ingordigia al tempo, a gli anni l'ale» - exp. «E de gli alti suoi pregi in noi si vante.»
2G2r [Seconda parte] Dell'Illustriss. Sig. Conte D. Andrea Manriche.
inc. «Figino mio gentil, sì dolce è 'l foco» - exp. «Tanto più foco a lo mio cor accendo.»
2G2v [Seconda parte] Del Sig. Horatio Secco.
inc. «Erano per mancar i Regni interi» - exp. «Ma picciol'era 'l Mondo al suo valore.»
2G3r-2G4r [Seconda parte] Del Sig. Gio. Ambrogio Biffi.
inc. «Col fiero orgoglio de le rapid'onde» - exp. «Che disperato son vicino a morte.»
2G4v [Seconda parte] D'Incerto. Al Sig. Giovan Ambrogio Figino
inc. «S'Apelle ascese de la gloria al cielo» - exp. «A' lochi di viltà cui 'l mondo hor copre.»
2G5r [Seconda parte] Del Sig. Pietro Cresci Anconitano
inc. «Figin, mentre l'effigie altrui ritraggi» - exp. «C'habbia sopra di me forza, et impero.»
2G5v [Seconda parte] Del Sig. Filippo Alberti Perugino.
inc. «Che miri? Son Amore» - exp. «Porgete vite altrui dolci, e tranquille.»
G26r-2G7r [Seconda parte] Del Sig. Silvio Calandra.
inc. «La man benigna, onde comparte in terra» - exp. «In terra Invitto, in Ciel vi fa immortale.»
2G7v-2G8v [Seconda parte] Del Sig. Bartolomeo Roncaglia.
inc. «Coppia Felice, e bella» - exp. «Nova Angioletta del celeste Regno.»
2H1r-2H5r [Seconda parte] Del Sig. Mutio Manfredi, Il Fermo, Academico Innominato, Invaghito, et Olimpico.
inc. «A la rara beltà, che'l mondo ammira» - exp. «Ned è merito, o ragion: ma gratia, e sorte.»
2H5v-2H8v [Seconda parte] Del Sig. Gio. Giunio Parisio.
inc. «Se queste mie fatiche» - exp. «Denno il Mondo illustrar co' suoi splendori.»

Dario Pecoraro | Data pubblicazione: 03 marzo 2019