BG1594-Muse_toscane_Borgogni

[Prima parte] Di diversi eccell. poeti. In morte del Sig. Gio. Antonio Nicolini
A1r-A3v [1] FUORI del proprio letto
Rubrica: Del r. don Nicolò de gli Oddi. Canzone
canzonetta
A4r [2] POse Natura in venerando aspetto
Rubrica: Dell'eccell. signor Cesare Cremonino, in morte del medesimo
madrigale
A4v [3] NICOLIN Tu se' gito, et noi rimasi
Rubrica: Del signor Erasmo di Valvasone, in morte del sudetto
sonetto
A5r-A6r [4] DHe tronca al verde lauro
Rubrica: D'incerto. In morte del medesimo
canzone
A6v [5] SCARCO del peso tuo lieve poggiasti
Rubrica: Dell'istesso. In morte del medesimo
sonetto
A7r [6] AL Cader tuo le belle onde d'argento
Rubrica: Del sig. Alessandro Midano Fileremo, in morte del sudetto Signor Nicolini
sonetto
A7v [7] Furon l'opere tue mentre vivesti
Rubrica: Dell'istesso in morte del medesimo
sonetto
A8r [8] DIamo hora ERASMO al pianto ampia la strada
Rubrica: Dell'istesso al sig. Erasmo di Valvasone, in morte del sudetto
sonetto
A8v [9] IO piansi et piango et tutto altro mi spiace
Rubrica: Del signor Erasmo di Valvasone, risposta al signor Nicolò delli Oddi
sonetto
[Prima parte] Dell'Illust. Signor Erasmo di Valvasone
B1r [10] GGRILLO, [!] tu piangi, et dal tuo pianto spiri
Rubrica: Sopra le Lagrime del Penitente composte dal r. sig. don Angelo Grillo
sonetto
B1v [11] A Lo spirar d'un humido Austro i monti
Rubrica: Sopra una inondatione che fece il Tagliamento fiume, con gran danno del Paese
sonetto
B1v [12] ECco i' pur torno a gli occhi, ove mi sface sonetto
A2r (sc. B2r) [13] PAssano le ricchezze, et la Fortuna
Rubrica: Per la morte dell'illustriss. signor Aluigi Giorgio procurator di San Marco
sonetto
A2r (sc. B2r) [14] QUei due Monton, che con sì fiero sdegno sonetto
B2v [15] SE non era altra strada
Rubrica: Per la creatione di Papa Gregorio, Decimo quarto
sonetto
B2v [16] CAro Titiro mio, mentre sen vanno sonetto
B3r [17] VEro amico di Dio, che gli alti gradi
Rubrica: Per un voto de l'autore fatto a san Francesco di Paola
sonetto
B3R [18] CHi piange in Terra, in Ciel prende conforto sonetto
B3v [19] BEn havei tu trovato il vero grado
Rubrica: Per la morte del clarissimo signor Luigi Gradenico
sonetto
B3v [20] BEn potete versar lagrime amare
Rubrica: Per la morte della signora Bianca Ruzina, gentildonna venetiana
sonetto
B4r [21] TAci homai, taci aventurosa Ardenna
Rubrica: Per l'impresa del duca di Parma in Fiandra
sonetto
B4r [22] VIndice ardente del fratel tradito
Rubrica: Per lo duca d'Umena
sonetto
B4v [23] TU se' passato, o gran GUARNELLO, al Cielo
Rubrica: Per la morte del cavalier Guarnello, persona di rare qualità, et celeberrimo poeta, et amicissimo dello autore
sonetto
B4v [24] DOve ti stai così lontano, o sonno
Rubrica: L'autore non potendo dormire, et travagliato da lunga vigilia, fa questo sonetto
sonetto
B5r [25] CHI t'apre questo petto? et queste mani
Rubrica: L'autore nel Venerdì Santo, considerando i suoi peccati
sonetto
B5r [26] DOpo tante ruine, et fatti acerbi
Rubrica: Per lo duca di Parma, dopo 'l soccorso di Parigi
sonetto
B5v [27] LUnga vita vivesti, et se si attende
Rubrica: Per la morte del signor Cornelio Frangipani, dottor di leggi et orator famosissimo
sonetto
B5v [28] MOrte, o Pona, t'ancise, et fu vendetta
Rubrica: Per la morte del Pona medico, et poeta eccellentissimo
sonetto
B6r [29] GRillo con grande honor sei tu trascorso
Rubrica: Al signor don Angelo Grillo, risposta a quel che segue
sonetto
B6r [30] BEn al tuo canto allentò Cinthia il morso
Rubrica: Del sig. don Angelo Grillo, all'illust. sig. Erasmo di Valvassone, per lo suo Poema della Caccia
sonetto
B6v [31] LA tua scienza o novo Alcide abbraccia
Rubrica: Al signor Hercole Tasso filosofo, risposta a quel che segue
sonetto
B6v [32] COme stando a seder si vada a caccia
Rubrica: Del sig. Ercole Tasso filosofo, al detto sig. Erasmo, per lo Poema della Caccia
sonetto
B7r [33] TEntai d'alzar il suon de' carmi tanto
Rubrica: Al sig. Torquato Tasso, risposta a quel che segue
sonetto
B7r [34] QUal novo suono è questo? e quale in tanto
Rubrica: Del sig. Torquato Tasso, sopra la Caccia
sonetto
B7v [35] CAnti il Tasso, o MIDAN, sovrano a tanti
Rubrica: Risponde a due sonetti del sig. Alessandro Midamo Fileremo
sonetto
B7v [36] MIdan, perché con più sublime pregio
Rubrica: Al medesimo
sonetto
B4r (sc. B8r) [37] DA qual nuovo Chiron sì degni, et tanti
Rubrica: Del sig. Alessandro Midani Fileremo, sopra il poema della Caccia
sonetto
B4r (sc. B8r) [38] È Tal de la tua Musa, ERASMO, il pregio
Rubrica: Del medesimo
sonetto
B8v [39] BORGOGNI s'a te pur non son nemiche
Rubrica: Al signor Gherardo Borgogni, risposta a quel che segue
sonetto
B8v [40] QUeste de l'otio, et de l'oblio nemiche
Rubrica: Del signor Gherardo Borgogni, sopra la Caccia
sonetto
[Prima parte] Del Sig. Torquato Tasso
C1r [41] QUesta è la bocca, anzi que [!] chiaro fonte
Rubrica: Sopra l'imagine di monsignor Panigarola, ritratta dal signor Figino
sonetto
C1v [42] NEl tuo Lido arenoso il figlio giace
Rubrica: A Napoli
sonetto
C1v [43] HOr chi sarà ch'antico fabro audace sonetto
C2r [44] MEntre ricetta ne la regia antica sonetto
C2r [45] Ne la tua Patria i Peregrini marmi sonetto
C2v [46] ERa debito pur, ma tardi in Terra
Rubrica: In morte dell'Illustrissimo cardinal Torre
sonetto
C2v [47] FU di vera honestà illustre essempio sonetto
C3r [48] DOnna bella, e gentil, se 'l vostro orgoglio sonetto
C3r [49] NUdo era il volto a cui s'agguaglia in vano sonetto
C3v [50] L'Armi portate a cui somiglia il tuono madrigale
C3v [51] VIOLANTE il vostro nome madrigale
C3v [52] VEder credea VIOLANTE madrigale
C4r [53] TEse fra le Viole Amor la rete madrigale
C4r [54] IRa mia fortunata madrigale
C4r [55] SE negasti tre volte madrigale
C4v [56] PADRR [!] del Cielo, hor ch'atra nube il calle
Rubrica: Al Signor Iddio
sonetto
C4v [57] O De i purpurei Padri, e de l'Impero
Rubrica: All'illustrissimo e reverendissimo monsig. il cardinal Albano
sonetto
C5r-C7r [58] MENTRE ch'a venerar movon le genti
Rubrica: Alla illustriss. madama Eleonora da Este
canzone
C7r [59] ALma gentil per calle pio ritorni
Rubrica: In morte della contessa Maddalena Caleppia
sonetto
C7v [60] SPogliasti di Tesori antiche genti
Rubrica: All'Angelico Dottore San Tomaso d'Aquino
sonetto
C7v [61] QUal Cristallo talhor di macchie asperso
Rubrica: Al molto illustre e r. sig. don Angelo Grillo
sonetto
C8r [62] ALta Città più del tuo verde monte
Rubrica: Alla città di Bergamo, patria dell'autore
sonetto
C8r [63] TErra, che 'l SERIO bagna e 'l BREMBO inonda
Rubrica: Alla medesima
sonetto
C8v [64] VIrtù fra questi Colli alberga, e 'n prima
Rubrica: Alla medesima sua patria di Bergamo
sonetto
C8v [65] SOavissimo ardore madrigale
[Prima parte] Del Sig. Horatio Parma
D1r [66] QUesta nova ANGIOLETTA
Rubrica: Del Sig. Horatio Parma
madrigale
D1r [67] IO sento, anima mia madrigale
D1v [68] VIbra pur, Filli, i guardi madrigale
D1v [69] SE 'l cor m'hai dato, o Clori madrigale
D1v [70] FIngi, accorto pittore madrigale
D2r [71] DOnna, per questa imago madrigale
D2r [72] O Novo Mar d'Amore madrigale
D2r [73] DEh perché a te non lice madrigale
D2v [74] O Come si conface madrigale
D2v [75] QUando eri pargoletta madrigale
D2v [76] ARdita sì, ma saggia madrigale
D3r [77] BEllo non son, ben mio madrigale
D3r [78] DEh ferma homai, deh ferma madrigale
D3r [79] CAngiate, Amor dicea madrigale
D3v [80] GIovanetta felice madrigale
D3v [81] L'Angelico tuo viso madrigale
D3v [82] VOi somigliate in viso madrigale
D4r [83] VEZzosetto fanciullo madrigale
D4r [84] CH'io volga mai più gli occhi a quella ingrata madrigale
D4r [85] COsì m'ami, e disami madrigale
D4v [86] QUesta LUPA gentile madrigale
D4v [87] È BARBARO il tuo nome madrigale
D4v [88] COl vagito ti duoli madrigale
D5r [89] SPirto di Santo Amore madrigale
D5r [90] SPargea la Donna mia tra fiore, e fiore sonetto
D5v [91] NOn più placidi sguardi, e dolci accenti sonetto
D5v [92] GIà l'Alba desiai, sol per desio sonetto
D6r [93] CUra, ch'ogn'hor serpendo entro ad un petto sonetto
D6r [94] FUlvio, colei ch'ogn'aspro core, e fero sonetto
D6v [95] BEn d'angui avinta il crin Furia mordace sonetto
D6v [96] GLi occhi, che dentro il bel materno seno sonetto
D7r [97] QUesto illustre Garzon, ch'a pena infiora sonetto
D7r [98] QUal più da gli occhi trahe lagrime mesta sonetto
D7v [99] SAcro Pastor, che guardi, ovunque alberga sonetto
D7v [100] UN vento in guisa rapido a la morte sonetto
D8r [101] SIsto, al tuo Sacro, e venerabil busto sonetto
D8r-E1r [102] SAnto Himeneo, che reggi canzone
E1v-E2v [103] VIta alcuna non è cotanto altera canzonetta
[Prima parte] Del Cavalier Guerini
E3r [104] PADRE del Ciel, s'un tempo altrui cercando
Rubrica: Del Cavalier Guerini
madrigale
E3v [105] QUesta vita mortale madrigale
E3v [106] CRudel perché non v'ami madrigale
E3v [107] PEndeva a debil filo madrigale
E4r [108] DOnò Licori a Bacco madrigale
E4r [109] OH com'è gran martire madrigale
E4r [110] MArgherita tu mori? madrigale
E4v [111] NOn più guerra, pietate madrigale
E4v [112] OCchi, stelle mortali madrigale
E4v [113] AUra dolce adorata madrigale
E5r [114] AMor i' parto, e sento nel partire madrigale
E5r [115] COr mio, mentre vi miro madrigale
E5r [116] HOr che 'l meriggio ardente madrigale
E5v [117] O Notturno miracolo soave madrigale
E5v [118] TRoppo ben può questo tiranno Amore madrigale
E6r [119] VIvrò io mai per altro amor contenta madrigale
E6r [120] AMa, ben dica Amore madrigale
E6r [121] O Che soave, e non intero bacio madrigale
E6v [122] AHi com'a un vago Sol cortese giro madrigale
E6v [123] TUtt'eri foco, Amore madrigale
E6v [124] LUmi, miei cari lumi madrigale
E7r [125] MOrto mi vede la mia morte in segno [!] madrigale
E7r [126] SPlende la fredda Luna madrigale
E7r [127] L'Angelica favella madrigale
E7v [128] DIce la mia bellissima Licori madrigale
E7v [129] T'Amo mia vita, la mia cara vita madrigale
E7v [130] ANime pellegrine, che bramate madrigale
E8r [131] AMiam, Fillide, amiamo; ah non rispondi? madrigale
E8r [132] DEh ferma, ferma il tuo rubello, Amore madrigale
E8r [133] COr mio deh non languire madrigale
E8v [134] DUnque può star con Barbara fierezza madrigale
E8v [135] SE dico a questa fera, che m'ancide madrigale
[Prima parte] Del Sig. Prospero Cataneo
F1r [136] FRa l'Auree Palle il sacro Augel di Giove
Rubrica: Del Sig. Prospero Cataneo. Nelle nozze del serenissimo signor duca di Mantova con la serenissima sig. prencipessa di Firenze. Corona di dodeci sonetti
sonetto
F1v [137] AD alte, et gloriose Imprese eletta sonetto
F1v [138] PEr non usata via ne poggia al Cielo sonetto
F2r [139] DAnzar veggonsi Ninfe co' i Pastori sonetto
F2r [140] DI Smeraldo ha le sponde, ha il letto d'Oro sonetto
F2v [141] TAl di beltate a l'altre il pregio invola sonetto
F2v [142] POrteran ricche, e gloriose prede sonetto
F3r [143] D'Heroiche virtuti adorno il seno sonetto
F3r [144] DI honorarsi ne l'un, ne l'altro sesso sonetto
F3v [145] SI bella Coppia in sacro nodo aggiunta sonetto
F3v [146] NE' fia, che il tempo vostra gloria ammante sonetto
F4r [147] A Voi colti consacri illustri Carmi sonetto
[Prima parte] Del Sig. Camillo Camilli
F4v [148] REgia sposa, ecco'l Maggio, e'l tuo bel fiume
Rubrica: Del Sig. Camillo Camilli
sonetto
F5r [149] ORni l'ostro nativo aurato manto sonetto
F5r [150] NObil alma gentile: O Che splendori sonetto
F5v [151] NOtti, ombre, veli, habiti finti, larve sonetto
F5v [152] GElò bel seno, e duo begli occhi il mio sonetto
F6r [153] Che non può in cor di nobil Donna, e bella sonetto
F6r [154] GIà fin nel mar d'Amor ben saldo legno sonetto
[Prima parte] Del Sig. Horatio Lupi
F6v [155] QUAL d'Alemena [!] il figliuol già i chiari mostri
Rubrica: Del sig. Horatio Lupi. All'eccellentissimo sig. Gradenico Padoa, già vicario in Bergamo dell'illustriss. sig. Caterin Zano podestà
sonetto
[Prima parte] Del Sig. Stefano Guazzo
F7r [156] ANgela egli è pur ver, datevi pace
Rubrica: Del Sig. Stefano Guazzo. Alla contessa Angela Beccaria
madrigale
F7r [157] COn l'acque del Tesino madrigale
F7v [158] QUesta candida neve, c'ha nel viso
Rubrica: Del medesimo. Alla sig. Isabella Mezzabarba
madrigale
[Prima parte] Di [!] Sig. Livio Celiano
F8r [159] ECco ch'io pur vi lascio, Occhi beati
Rubrica: Di [!] Sig. Livio Celiano
madrigale
F8r [160] CAre lagrime mie madrigale
F8v [161] CAra mia Tigre amata madrigale
F8v [162] COm'odiarvi poss'io madrigale
[Prima parte] Canzoni del R. D. Lodovico degli Oddi Padovano, Canonico Regolare Lateranense, Abbate di Santa Maria di Calena, Fatte in diversi soggetti
G1r-G3v [163] SCend'hora, Apollo, dal sublime Colle
Rubrica: Canzoni del R. D. Lodovico degli Oddi Padovano, canonico regolare lateranense, abbate di Santa Maria di Calena, fatte in diversi soggetti. All'illustrissimo et r. sig., et patron colendissimo il card. Marc'Antonio Colonna
canzone
G3v [164] PAdre del Ciel, il cui celeste Nume
Rubrica: All'istesso signore
sonetto
G4r-G6v [165] SPirto gentil, ch'a pompe antiche, e nove
Rubrica: All'illustriss. et r. sig. et patron colendiss. il sig. arcivescovo di Benevento
canzone
G6v [166] IL grande Aminta illustre almo Pastore
Rubrica: All'istesso signore
sonetto
G7r-H1r [167] DI nova luce inusitata adorno
Rubrica: All'eccellentiss. sig. Marc'Antonio Colonna gran contestabile
canzone
H1v [168] GIovinetto real, degna alta Prole
Rubrica: All'istesso signore
sonetto
H2r [169] O' Di che Palme, o di che degni allori
Rubrica: All'Illustriss. et r. sig. et patron colendiss. il cardinal Montalto vicecancellario D.S.C.
sonetto
H2v-H4v [170] LAsciate i Colli, i Campi, i Fiumi, i e [!] Fonti
Rubrica: A nostro signor Sisto Quinto
canzone
H5r [171] FRa torbid'onde, e fra rabbiosi venti
Rubrica: All'istesso
sonetto
H5r [172] VAgo et altero, homai, va il TEBRO ogn'hora
Rubrica: Per l'istesso sotto nome di Tevere
sonetto
H5v [173] SUperbi Colli che molt'anni deste
Rubrica: A' colli di Roma
sonetto
H6r-H8v [174] MUsa gentil, che meco già sovente
Rubrica: Sopra le sette meraviglie della santità di Sisto Quinto nostro signore
canzone
H8v [175] DEh tronca Apollo, al verde alloro i rami
Rubrica: Il Pero madrigale
madrigale
H8v [176] SE le più vaghe stelle
Rubrica: La Stella madrigale
madrigale
I1r-I3r [177] LIeto e festoso, hor dal suo manco lato
Rubrica: Nelle nozze dell'eccellentiss. aig. don Giovanni Ventimiglia, marchese di Hierace, et dell'eccell. sig. donna Dorotea Branciforte, prencipessa di Butera
canzone
I3v-I5v [178] ANdro Pastore, in quella CONCA nato
Rubrica: Nelle istesse nozze egloga pastorale
endecasillabi sciolti
I6r-I8r [179] DImmi dotto Damone
Rubrica: Nelle istesse nozze Pastorale
polimetro
I8r [180] ALtri Donna o Donzella in giro mena sonetto
I8v [181] TRa tanti sterpi a piè di questo Olivo sonetto
[Seconda parte] Del Sig. Gherardo Borgogni
A1r [182] D'AMOR fido Campion, anzi di Marte
Rubrica: Del sig. Gherardo Borgogni. Al molt'illustre signore il conte Francesco d'Adda, per lo torneo ove comparve in abito di Bradamante
sonetto
A1v [183] VIrtù che dianzi lagrimosa errando
Rubrica: Al medesimo
sonetto
A1v [184] ADDA, qua' gratie, quai mercè poss'io
Rubrica: Al medesimo per il dono d'un paio di guanti
sonetto
A2r-A3r [185] MUsa, s'a dir mi chiami, e vuoi ch'io cante
Rubrica: Al sig. Ambrogio Figino sopra l'eccell. sua pittura del passaggio di faraone per il mar Rosso; posta sopra la facciata del nuov'organo del Duomo di Milano
canzone
A3v [186] COsmo, s'Apollo d'Elicon v'aprio
Rubrica: All'illust. signor Cosmo Aldana. Risposta
sonetto
A3v [187] DOpo l'haver, nov'Alessandro, a Roma
Rubrica: In morte del sereniss. sig. duca Alessandro Farnese
sonetto
A4r [188] HOr tua mercè, famoso, e invitto conte
Rubrica: All'illustiss. sig. Teodoro Rotaro, conte della Vezza
sonetto
A4r [189] QUal potrà Musa i tuoi pregiati honori
Rubrica: All'illust. sig. il cavalier Bartolomeo Fino
sonetto
A4v [190] MEntre fra mille angoscie, egra, e dolente
Rubrica: All'illust. et eccellentiss. Gioan Fernandez di Velasco, contestabile di Castiglia etc., governatore dello stato di Milano per S.M.C. e suo capitan generale in Italia
sonetto
A4v [191] A' I tuoi gran merti, un simulacro adorno
Rubrica: Al medesimo
sonetto
A5r [192] GIà 'l gran Maron, fra i Sette colli, Augusto
Rubrica: Al sig. Torquato Tasso, sopra la nuova riforma della sua Gerusalemme
sonetto
A5r [193] RAra coppia gentil, ch'in tele, e 'n carte
Rubrica: Al sig. Gherardo Borgogni et Gio. Ambrogio Figino, poeta e pittore eccellentissimi, Pompeo Barbarito napolitano
sonetto
A5v [194] BEn tu POMPEO, le più famose carte
Rubrica: Di Gherardo Borgogni, risposta
sonetto
A5v [195] ALma Donna real, de' vostri honori
Rubrica: Alla illustriss. et eccellentiss. signora donna Maria di Giron e Velasco, duchessa di Frias
sonetto
A6r [196] PRendi hor la Cetra tua, dolce, e sonante
Rubrica: Al sig. Antonio Costantini, sopra le nozze dell'illustriss. sig. Ferrante Gonzaga et della illustriss. sig. donna Isabella Nuvolara
sonetto
A6r [197] ERASMO, oime, ch'al tuo cader, cadeo
Rubrica: In morte del sig. Erasmo di Valvasone
sonetto
A6v-A7v [198] DAl balcon d'Oriente appar l'Aurora
Rubrica: Epitalamio nelle nozze degl'illustri sig. il sig. Gio. Battista Fiorenza et la sig. Dorotea Rainolda
canzone
A8r [199] MEntre ch'al nodo marital, e santo
Rubrica: All'illust. sig. Gio. Battista Fiorenza
sonetto
A8r [200] VERGIN sacra, veneranda, e pia
Rubrica: In lode di Maria Vergine
sonetto
A8v [201] COme già vide Betelem gradita
Rubrica: Al sig. Figino, sopra la pittura della Natività et Ascensione di Christo nostro Signore posta nel suddetto loco
sonetto
A8v [202] BIFFI, tu quanto da ben dotte carte traggi
Rubrica: Al sig. Gio. Ambrogio Biffi
sonetto
B1r [203] BEn fu degno di Voi, l'alto pensiero
Rubrica: All'illustriss. sig. conte Piero Visconte, sopra un suo torneo
sonetto
B1r [204] FIGIN, fra l'opre glorios', e conte
Rubrica: Al sig. Figino, per la Natività di nostro Signore
sonetto
B1v [205] SOtto lugubre, e doloroso velo
Rubrica: Alla sig. Ippolita Farosa, gentil' donna reggiana
sonetto
B1v [206] QUesta, ch'a l'auree chiome, al bel sembiante
Rubrica: Alla medesima
sonetto
B2r [207] S'Alto, e nobil desio, MUTIO, t'invita
Rubrica: All'illustriss. sig. Muzio Sforza marchese di Caravaggio, nel suo viaggio in Spagna
sonetto
B2r [208] MUTIO, se ben ti parti
Rubrica: Al medesimo sopra il suo ritratto, fatto dal signor Figino
madrigale
B2v [209] DEl Mintio lungo le famose sponde
Rubrica: Al sig. Torquato Tasso, nella sua partenza da Mantova per Roma
sonetto
B2v [210] DIanzi, lasciasti dolorosa, e mesta
Rubrica: Nella sua partenza di Roma per Napoli
sonetto
B3r [211] RInovò'l canto alhor l'alma Sirena
Rubrica: Nell'andata sua a Napoli
sonetto
B3r [212] FAmoso albergo, in cui la gloria e 'l vanto
Rubrica: Al signor Pietr'Antonio Grasso, sopra le vittorie avute dal sereniss. duca Alessandro Farnese dipinte in una salla [!] d'esso Sig. Grasso
sonetto
B3v [213] CONTE, qui oppresso dal gravoso pondo
Rubrica: Al molt'illustre sig. conte Ottavio Belli, ch'avea richiesto l'autore d'alcuni componimenti
sonetto
B3v [214] TORQUATO, quasi Peregino [!] errante
Rubrica: Al sig. Torquato Tasso
sonetto
B4r [215] QUesta, de l'alta Roma
Rubrica: All'eccell. sig. Gio. Ambrogio Figino, sopra [!] ritratto dell'illustriss. et eccellentiss. sig. duchessa di Sora
madrigale
B4r [216] OTto, e più lustri son, che l'empio fato
Rubrica: Al sig. Lorenzo Borgogni
sonetto
B4v [217] NOn del vago Meandro, o del Cefiso
Rubrica: All'illust. sig. Federico Quinzio, regio avocato fiscale per Sua Maestà Catolica nello Stato di Milano
sonetto
B4v [218] AH non consenta'l tuo voler che tanto
Rubrica: Al medesimo
sonetto
B5r [219] GIà del cor trasse il gran Poeta Hebreo
Rubrica: Sopra le lagrime di David profeta, di s. Pietro, di s. Maria Maddalena e di Adamo
sonetto
B5r [220] LA Greca ch'ad Enon tolse l'amante
Rubrica: Alla ill' [!] Illust. sig. Elena Serralunga, gentil donna d'Alba di Monferrato
sonetto
B5v [221] PArgoletta Vittoria
Rubrica: A Vittoria Borgogni sua figliuola
madrigale
B5v [222] Figlia gradita, e cara madrigale
B6r [223] ALhor, che del sacrat'ostro vi cinse
Rubrica: A monsig. illustriss. Cusano, nella sua promozione al cardinalato
sonetto
B6r [224] GLi alti cigli, e le palme, e quest'olive
Rubrica: Al sig. Pietr'Antonio Grasso et sig. Gio. Ambrosio Figino, sopra un armatura fatta per il sereniss. duca Alessandro Farnese
sonetto
B6v [225] NOn vedi a mille, a mille
Rubrica: Al sig. Figino, sopra la pittura d'un suo Cupido
madrigale
B6v [226] S'Inerme, e senza face
Rubrica: Sopra un altro Cupido senz'armi, del medesimo
madrigale
B7r [227] L'Aurea cetra, che pende
Rubrica: In morte del signor Giuliano Goselini
madrigale
B7r [228] O De l'alto Helicona
Rubrica: Al signor Cristoforo Corbelli
madrigale
B7v [229] GIovinetto real, a cui le penne
Rubrica: All'illustriss. signor conte Teodoro Triulzio
sonetto
B7v [230] O' De grand' Avi tuoi germe gradito
Rubrica: Al medesimo
sonetto
B8r [231] CHiaro TRIULZI, a cui l'Insubria, e'l Mondo
Rubrica: Al medesimo
sonetto
B8r [232] S'Amor, col foco suo talhor v'accende
Rubrica: All'illust. sig. Alfonso Bonetti cavalier cremonese
sonetto
B8v [233] CHiaro FIGIN, ohime, l'alto ANNIBALLE
Rubrica: Al signor Figino, in morte del sig. Annibal Fontana scultore famosissimo
sonetto
B8v [234] E' pur questa l'imago
Rubrica: Al medesimo, sopra il ritratto di monsignor Panigarola
madrigale
C1r-C2v [235] UDite piaggie, udite il mio lamento
Rubrica: In questa canzonetta si descrive in parte la vita dell'autore
canzonetta
C3r [236] S'A' dir di voi Donna gentil m'accingo
Rubrica: Alla illustre sig. Anna Belli, d'Alba Pompea in Monferrato
sonetto
C3r [237] SParit'era da noi
Rubrica: Al sig. Gioseppe Arcimboldo, sopra la pittura della Flora, da lui fatta alla Sacra Cesar. Maestà di Rodolfo imperatore
madrigale
C3v [238] DEl Tanar lungo 'l fortunato lido
Rubrica: Al signor Gio. Francesco Scotto, governator del Marchesato d'Incisa, in lode della sig. Ippolita Vivalda
sonetto
C3v [239] DA te qui lungi, a vagheggiar mi guido
Rubrica: Al sig. Gio. Lorenzo Scotto, archiepiscopo d'Alba
sonetto
C4r [240] DI bei smeraldi cinse ambe le sponde
Rubrica: Nelle nozze del sig. conte Ascanio Andriasi e della sig. Leonora Picca contessa di Rodi
sonetto
C4r [241] QUesta, non pur del patrio nido honore
Rubrica: Alla sig. Nicoletta Ricchelma Marenca, gentil donna d'Alba
sonetto
C4v [242] ALl'hor, che Morte impallidì 'l bel volto
Rubrica: In morte della illust. sig. Livia Cerrata, gentil donna Albeggiana, et dell'illust. sig. Violante sua zia
sonetto
C4v [243] ALl'hor ch'ancise 'l tuo caduco manto
Rubrica: In morte del sig. Stefano Guazzo
sonetto
C5r [244] DIanzi, GIOVANNI, il doloros'occaso
Rubrica: In morte dell'illust. sig. Giovanni Cerrato de' signori di Corneliano, all'illustre sig. Carlo suo figliuolo
sonetto
C5r [245] QUesta, che sì sovente in mille guise
Rubrica: Per la conversione di s. Maria Maddalena
sonetto
C5v [246] QUi, da gl'Insubri, col pensier mi guido
Rubrica: All'illustriss. sig. Teodoro Rotaro conte della Vezza
sonetto
C5v [247] O' D'alta nobiltad' e di valore
Rubrica: Al molt'illustre sig. Giulio Aresi
sonetto
C6r [248] OTTAVIO, alhor che la famosa Telle
Rubrica: Al molt'illustre sig. Conte Ottavio Belli, per la morte della Signora...
sonetto
C6r [249] QUesta, del ciel, non più del mar Sirena
Rubrica: Al sig. Gio. Ambrogio Figino sopra l'eccellenza del canto della r. d. Costanza Sessa
sonetto
C6v [250] ENtro'l tuo albergo in maestà s'asside
Rubrica: All'illustre signor Guido Mazenta, iure consulto del Collegio di Milano
sonetto
C6v [251] MEntre fra l'orme gloriose, e belle
Rubrica: Al medesimo
sonetto
C7r [252] QUal hor, MAZENTA, apro la voce al canto
Rubrica: Al medesimo
sonetto
C7r [253] S'A' i chiari merti tuoi, s'al tuo splendore
Rubrica: Al molt'illust. sig. Ottavio Belli, nell'essere dal sereniss. duca Vincenzo Gonzaga fatto conte di Barbaresco
sonetto
C7v [254] ARESI illustre, già la fama intorno
Rubrica: Al molt'illust. sig. Giulio Aresi, sopra l'incoronazione del sig. Torquato Tasso
sonetto
C7v [255] QUesti, ch'in grembo a la Città di Marte
Rubrica: Al medesimo
sonetto
C8r [256] QUesta, c'hor tua mercè, MUTIO, sen viene
Rubrica: All'illustriss. signor Muzio Sforza Colonna, marchese di Caravaggio etc.
sonetto
C8r [257] COme creò'l gran DIO l'alto emispero
Rubrica: Al sig. Crisostomo Miliani, sopra il suo Sommario Historico
sonetto
C8v [258] A' L'opre eccelse, sì famose, e conte
Rubrica: Al sig. Antonio Constantini Academico Olimpico
sonetto
C8v [259] BORGOGNI, perché a te sian tutte conte
Rubrica: Del sig. Antonio Constantini, Risposta
sonetto
D1r [260] MUTIO, a l'aprir del tuo famoso albergo
Rubrica: All'illustriss. sig. Muzio Sforza Colonna marchese di Caravaggio etc.
sonetto
D1r [261] SCegliesti MUTIO, nobil schiera eletta
Rubrica: Al medesimo
sonetto
D1v [262] GRILLO Celeste, che col dolce canto
Rubrica: Al r. s. don Angelo Grillo
sonetto
D1v [263] D'Amor, di duol più che di stil mi vanto
Rubrica: Del sig. don Angelo Grillo, risposta
sonetto
D2r [264] FAusto, e Damon, lungo l'herbose sponde sonetto
D2r [265] AHi che se Morte a noi t'invola, o CONTE
Rubrica: In morte dell'illustriss. sig. Teodoro Rotolo conte della Vezza
sonetto
D2v [266] TASSO, chi al suon de' tuoi ben colti accenti
Rubrica: Al sig. Torquato Tasso
sonetto
D2v [267] QUesta, ch'è fredda pietra a' miei lamenti
Rubrica: Del signor Torquato Tasso, risposta
sonetto
D3r-D4v [268] COMICA Illustr' e chiara
Rubrica: Alla gentiliss. sig. Isabella Andreini, Comica Gelosa
canzone
[Seconda parte] Della Sig. Isabella Andreini Comica Gelosa
D5r [269] QUando i tuoi chiari, e gloriosi Honori [!]
Rubrica: Della Sig. Isabella Andreini Comica Gelosa. Nella creazione d'Urbano Settimo a Roma
sonetto
D5v [270] HOr che'l dotto Sincero estinto giace
Rubrica: Al sepolcro del Sannazaro, ch'ella vide
sonetto
D5v [271] DI maligno pensier tutt'entro ardea sonetto
D6r [272] DEgni Figli del Sole madrigale
D6r [273] LUcida in terra apparve madrigale
D6r [274] COlma di fasto, io me ne gìa cantando madrigale
D6v [275] DImmi, lasso, mio core madrigale
[Seconda parte] Di Don Gregorio Comanini
D7r [276] QUesto regio Garzon, c'hor vago, e biondo
Rubrica: Di Don Gregorio Comanini. Al Signor Figino, sopra il ritratto dell'illustriss. signor Muzio Sforza, marchese di Caravaggio
sonetto
D7v [277] ELoquente Pittura
Rubrica: Sopra il ritratto di Monsignor Panigarola
madrigale
D7v [278] DA questa bella imago
Rubrica: Sopra l'istesso soggetto
madrigale
D8r [279] MAdre a noi fu Natura
Rubrica: Sopra la pittura d'alcuni persichi naturalissimi
madrigale
[Seconda parte] Del Sig. Giulio Verga
D8v [280] LAngue Filli; et Amor donque consente
Rubrica: Del Sig. Giulio Verga
sonetto
[Seconda parte] Dell'Illustre Sig. Federigo Asinari Conte di Camerano
E1r-E2r [281] QUando già vissi in amorosa pace
Rubrica: Dell'Illustre Sig. Federigo Asinari Conte di Camerano. Canzone
canzone
E2v-E4r [282] MAdre di quei gran figli al mondo chiari
Rubrica: Canzone all'Italia
canzone
E4v-E6v [283] O De l'alto Signor sembianza eletta
Rubrica: Alla sereniss. Margarita di Francia, duchessa di Savoia. Esortandola ad andare in Francia ad acquetar la guerra civile ch'ancora vi bolle al presente
canzone
E6v [284] PEr disfogar l'acceso, alto desio sonetto
E7r-E8v [285] O De l'irato Mar falsi licori
Rubrica: Canzone
canzone
[Seconda parte] Dell'Illustriss. Sig. Don Ferrando Gonzaga, Principe di Molfetta, e Sig. di Guastalla etc.
F1r [286] ALtissimo silentio, ombre profonde
Rubrica: Dell'illustriss. sig. don Ferrando Gonzaga, principe di Molfetta, e sig. di Guastalla etc.
sonetto
F1v [287] POiche si nega fede
Rubrica: Del medesimo
madrigale
F1v [288] L'Anima mia ferita madrigale
[Seconda parte] Del Sig. Girolamo Pallantieri, Il Solingo Academico Innominato di Parma.
F2r [289] AL già Greco, hor Toscan, sacro MUSEO
Rubrica: Del Sig. Girolamo Pallantieri, Il Solingo Academico Innominato di Parma. Al sig. marchese del Vasto, per la tradutione del Leandro di Museo del medesimo intitolato a lei
sonetto
F2v [290] SOtto un medesim'Antro, in riva al Mare
Rubrica: Per le Piscatorie e Pastorali del medesimo dedicate al sereniss. principe di Parma, il sig. d. Ranuccio Farnese
sonetto
F2v [291] MEntre, co'l suo destin facendo a gara
Rubrica: In morte del sig. Gio. Tomaso Costanzo, stato già prigione de' Turchi, et ucciso finalmente da ugonotti
sonetto
F3r [292] HIPPOLITO, son'io; quel, che non solo
Rubrica: Sotto il ritratto del sig. Ippolito Riminaldi, giurisconsulto, innanzi il volume de' suoi Consigli
sonetto
F3r [293] VAga effigie real, sembianza vera
Rubrica: Sopra una medaglia d'Astorre Manfredi, ultimo sig. di Faenza, portata al collo da V. Vinc. Simiglianti, faventina
sonetto
F3v [294] NOvo Giason, che Tifi insieme, et Argo
Rubrica: A monsig. Bernardino Baldi, abbate di Guastalla, per la sua Nautica, poema dell'arte del navigare
sonetto
F3v [295] COn l'Aretusa, e col bel Mincio, a paro
Rubrica: Alla sig. Barbara Torella Benedetti, per la sua Partenia, favola pastorale; et si loda il sig. Mutio Iustinopolitano
sonetto
F4r [296] L'Arno, il Tebro, e 'l Peneo (lite prestante)
Rubrica: Per la Semirami, tragedia del sig. Mutio Manfredi, il Fermo Academico Innominato, Invaghito, e di Ferrara
sonetto
F4r [297] ONde gloria, ne vien, dal Colle Ideo
Rubrica: Per l'Enone, favola boscareccia dell'eccellentiss. sig. d. Ferrando Gonzaga, principe di Molfetta
sonetto
F4v [298] SAggio MONTAN, che la Montana illustre
Rubrica: In morte del sig. Marco Montano, poeta celebratiss. il quale intitolò le sue opere al sereniss. duca d'Urbino
sonetto
F4v [299] Quegli, che d'Umbria al più gradito MONTE
Rubrica: In morte del medesimo; ove si fa menzione d'alcuni suoi principali poemi nobilissimi
sonetto
F5r [300] LA 've Appennin l'eccelse antiche spalle
Rubrica: Sepolcro del medesimo; la cui morte fu pianta da diversi poeti, con vari componimenti
sonetto
[Seconda parte] Del Sig. Horatio Navazzotti, Academico Desioso detto l'Asciutto, et ne gli Illustrati l'Opaco.
F5v [301] STavansi in duo begli occhi Amore, e Morte
Rubrica: Del Sig. Horatio Navazzotti, Academico Desioso detto l'Asciutto, et ne gli Illustrati l'Opaco. Sonetto in morte della sig. Emilia Barbarana Sannazara, gentil donna bellissima et di valore
sonetto
F6r [302] QUell'Ape che vi morse
Rubrica: Dodeci madrigali, sopra una puntura c'hebbe da un'ape danzando la signora Margherita, Valle, Natta
madrigale
F6r [303] COnverso in Ape Amore madrigale
F6v [304] MEntre Donna gentil danzando giva madrigale
F6v [305] STavasi, quasi in bel giardino ascosa madrigale
F6v [306] QUest'Ape, che vi punse madrigale
F7r [307] PUnse già un'Ape Amore madrigale
F7r [308] L'Ape da cui piagata madrigale
F7r [309] PUnta da picciol Ape madrigale
F7v [310] SE la picciol puntura madrigale
F7v [311] CO'l ferro uso a ferir l'aspra ferita madrigale
F7v [312] MOristi Ape ingegnosa madrigale
F8r [313] QUi giace un'Ape, ognun passando honori
Rubrica: Epitafio a l'ape
madrigale
F8r [314] TU sei del vero Amor facella, et arco
Rubrica: Al molto r. sig. Alfonso Oldrado, predicator eccellentiss.
sonetto
F8v [315] SPiegaste, OLDRADO, e ricamaste insieme
Rubrica: Al medesimo
sonetto
[Seconda parte] Del Sig. Giuliano Goselini.
G1r [316] TOr l'ingordigia al tempo, a gli anni l'ale
Rubrica: Del sig. Giuliano Goselini. Al sig. Gio. Ambrogio Figino
sonetto
G1v [317] I Lumi e'l moto al Sol, l'ombre a l'Aurora
Rubrica: Al medesimo
sonetto
[Seconda parte] Dell'Illustriss. Sig. Conte D. Andrea Manriche.
G2r [318] FIGINO mio gentil, sì dolce è'l foco
Rubrica: Dell'illustriss. sig. conte d. Andrea Manriche. Al signor Gio. Ambrogio Figino
madrigale
[Seconda parte] Del Sig. Horatio Secco.
G2v [319] ERano per mancar i Regni eterni
Rubrica: Dell'illust. Sig. Horatio Secco. In morte del sig. duca di Parma, Alessandro Farnese
sonetto
[Seconda parte] Del Sig. Gio. Ambrogio Biffi.
G3r [320] CO'l fiero orgoglio de le rapid'onde
Rubrica: Del Sig. Gio. Ambrogio Biffi
sonetto
G3v [321] DA che tolse l'Insubria a l'aspra guerra
Rubrica: All'illustriss. et eccellentiss. sig. contestabile di Castiglia e Leon, duca di Frias etc.
sonetto
G3v [322] VEdere in terra un tanto RE potonte [!] sonetto
G4r [323] OMbrose Selve, e risuonanti grotte sonetto
[Seconda parte] D'Incerto. Al Sig. Giovan Ambrogio Figino
G4v [324] S'Apelle ascese de la gloria al cielo
Rubrica: D'Incerto. Al sig. Giovan Ambrogio Figino
sonetto
G4v [325] NE l'opre tue vince se stessa l'Arte sonetto
[Seconda parte] Del Sig. Pietro Cresci Anconitano
G5r [326] FIGIN, mentre l'effigie altrui ritraggi
Rubrica: Del sig. Pietro Cresci anconitano. Al sig. Gio. Ambrogio Figino
madrigale
[Seconda parte] Del Sig. Filippo Alberti Perugino.
G5v [327] CHe miri? Son Amore
Rubrica: Del sig. Filippo Alberti perugino. Sopra la figura d'un Cupido
madrigale
G5v [328] O Del tempio d'Amor sante facelle sonetto
[Seconda parte] Del Sig. Silvio Calandra.
G6r [329] LA man benigna, onde comparte in terra
Rubrica: Del sig. Silvio Calandra. Al serenissimo sig. duca di Mantova, sopra lo stocco et il capello benedetti, mandatigli da N.S. Sisto Quinto
sonetto
G6v [330] BEn'è'l cor vostro in man di Dio, FELICE
Rubrica: Alla Santità di nostro signore, sopra l'istesso soggetto
sonetto
G6v [331] QUal honor Manto mia render può degno
Rubrica: All'illustriss. sig. Chiappino Vitelli cameriero segreto di N.S. che in nome di sua Sant. portò a s. Alt. i sopradetti doni
sonetto
G7r [332] STa Sopra noi Signor l'alta Colomba
Rubrica: All'istesso serenissimo signor Duca di Mantova
sonetto
G7r [333] BEnedetto e non solo il ferro, e l'oro sonetto
[Seconda parte] Del Sig. Bartolomeo Roncaglia.
G7v [334] COppia FELICE, e bella
Rubrica: Del Sig. Bartolomeo Roncaglia. Per le nozze del sig. Luigi Gonzaga, et della signora Felicita Guerrieri consorti
madrigale
G8r [335] MEraviglia non è, se tal hor miri
Rubrica: Narra la cagion del suo rossore
sonetto
G8r [336] MOstrar nel volto i segni
Rubrica: Al signor Enea Fioravanti
madrigale
G8v [337] SI come al suo aparir la vaga Aurora
Rubrica: Per la signora Maddalena Berthioli mantovana
sonetto
G8v [338] O' De tuoi Genitori
Rubrica: Per la medesima
madrigale
[Seconda parte] Del Sig. Mutio Manfredi, Il Fermo, Academico Innominato, Invaghito, et Olimpico.
H1r [339] A La rara beltà, che 'l mondo ammira
Rubrica: Del Sig. Mutio Manfredi, il Fermo, Academico Innominato, Invaghito, et Olimpico. Per la serenissima donna Leonora de' Medici duchessa di Mantova, nell'incoronatione del serenissimo Vincenzo suo marito
sonetto
H1v [340] LE belle chiome amate
Rubrica: Per la medesima serenissima Signora nel medesimo soggetto
madrigale
H1v [341] VIncon le bionde chiome
Rubrica: Per la medesima Serenissima Signora nel medesimo soggetto, alla contessa Margherita Langosca sua dama
madrigale
H2r [342] FRena, Donna Real, deh Frena il pianto
Rubrica: Per la medesima sereniss. sig. nella morte del gran duca suo padre
sonetto
H2r [343] BElla, rara, immortal, nobil VITTORIA
Rubrica: Alla sig. donna Vittoria d'Oria Gonzaga, principessa di Molfetta
sonetto
H2v [344] TAnt'è possente Amore
Rubrica: Alla medesima signora
madrigale
H2v [345] QUal beltà, qual valor, Donna, s'agguaglia
Rubrica: Alla illustriss. et eccellentiss. Lavinia Feltre Della Rovere, d'Avalos, marchesa del Vasto, nel felicissimo natale del suo primogenito
sonetto
H3r [346] AHi c'ho trafitto il cuore
Rubrica: Per la sig. donna Cecilia de' Medici Gonzaga etc.
madrigale
H3r [347] PEr contemplar, non per far guerra a Giove
Rubrica: Per la sig. contessa Olimpia Martinenga Maffei
sonetto
H3v [348] BElla, e nobile Amazzona d'Amore
Rubrica: Alla sig. Hippolita de' Negri Aldegatti
sonetto
H3v [349] LA bella Conca, ove la PERLA nacque
Rubrica: Per la sig. Margarita Gorni Donesmondi
sonetto
H4r [350] HOr nova ELISSA, e di più pregio, e bella
Rubrica: Per la sig. Hisabetta Tovaglia Facipera
sonetto
H4r [351] GUERRIERA invitta, e bella
Rubrica: Alla sig. Barbara Rongona, Guerrieri
madrigale
H4v [352] QUesta comata STELLA
Rubrica: Per la sig. Giulia Beccaguti Panciera
madrigale
H4v [353] ECcoti fiera, il petto, eccoti il core
Rubrica: Per la sig. Corinthia Bracceschi
sonetto
H5r [354] IO ti ringratio Amore
Rubrica: Per la medesima signora
madrigale
H5r [355] IN questa VALLE dilettosa, e bella
Rubrica: Per la sig. Alda Gazzoli, dalla Valle
sonetto
[Seconda parte] Del Sig. Gio. Giunio Parisio.
H5v [356] SE queste mie fatiche
Rubrica: Del sig. Gio. Giunio Parisio
madrigale
H5v [357] BEn par ch'ad' arte sia madrigale
H6r [358] IO pur Donna vorrei con arte, e inchiostri
Rubrica: Il non poter lodar le bellezze della sua donna e 'l ricever da quelle maggior splendore ripiega in sua maggior gloria
sonetto
H6r [359] QUal, perché a l'alto Mar sì larghi fiumi
Rubrica: Ler gratie e virtù de la sua donna, né per lodi accrescere, né per participatione scemare
sonetto
H6v [360] QUel generoso ardir, quell'alto ardore
Rubrica: Cantando l'amate bellezze, se da l'altezza del soggetto non cade spera immortalarsi
sonetto
H6v [361] RIdean nel bel giardin d'un vago viso
Rubrica: Come vagheggiando bella donna sol per trovar soggetto da scrivere di lei ne restasse acceso
sonetto
H7r [362] COm'a ritrar beltà celeste volle
Rubrica: Che se natura infuse in Laura di tutte l'altre donne e le gratie e le bellezze, di tutte anco gli convengono le lodi et le glorie
sonetto
H7r [363] E Pur Dafne mi fugge, e pur m'asconde
Rubrica: Prega Laura sua, fugace, alludendo a Dafne, che l'attenda, né che cerchi altro manto che 'l silentio, e l'ombra de la notte
sonetto
H7v [364] CHi non sa ancor, come a la vera, eterna
Rubrica: Per le bellezze de la sua donna, poter ascender a contemplar quelle di Dio secondo Platone
sonetto
H7v [365] SPiega il mio bel pensier gioisce l'ale
Rubrica: In prospera fortuna d'amore, non teme aversità alcuna
sonetto
H8r [366] AMor, s'a la tua iniqua, avara corte
Rubrica: Se si dee richiedere d'amore l'amata o tacito aspettarne la sua cortesia
sonetto
H8r [367] BEn sono indegni questi incolti campi
Rubrica: Partendo l'amata, amara concessione
sonetto
H8v [368] O Fallaci speranze, o pensier frali
Rubrica: In morte de l'amata Laura, alludendo co 'l nome a la fugacità de la vita umana
sonetto
H8v [369] DUnque le rose, che'n sì chiaro viso
Rubrica: Che le bellezze della sua donna Laura non eran degne da gir sotterra
sonetto